Msc: “Estate da 1 milione di pax. Vince il sottodata”

Una gamma di prodotto ancora più ampia, per una domanda che cambia faccia ma che ha voglia di ripartire. E’ questa la pipeline di Msc crociere, che ha offerto – direttamente dai ponti di Msc Virtuosa – un consuntivo del primo anno di attività dalla ripartenza, dopo il ritorno in mare di Grandiosa nell’agosto 2020.

Estate, un milione di movimenti

“Il punto centrale è stato il protocollo di sicurezza, che ci ha permesso di essere i primi al mondo a ripartire – spiega il managing director Leonardo Massa -. Al momento abbiamo fatto ripartire 11 navi su 19, saranno 12 la prossima settimana. Negli Stati Uniti stiamo già operando con due unità, e abbiamo grande ottimismo sulla stagione invernale nei Caraibi”.

Quanto all’estate appena trascorsa, “abbiamo toccato 14 porti italiani, con 8 navi, 402 attracchi e circa 1 milione di movimenti. E nel 2022 la flotta crescerà ulteriormente, con due nuove unità”.

Cambia la domanda: vince il sottodata

Quando domandiamo quale sia l’andamento del booking dopo il boom della domanda repressa, Massa risponde che “tra i trend notiamo un radicale cambio di abitudine di consumo. Prima la crociera si programmava 6-8 mesi prima, ora questo elemento si è evoluto. La curva di domanda è radicalmente cambiata, ma non è il last minute, non c’è il prezzo basso. La domanda c’è ma sottodata, insomma. E’ l’incertezza che ritarda i tempi di prenotazione: adesso i clienti in adv stanno timidamente chiedendo di Natale e Capodanno, quando in altri anni a settembre avevamo già venduto tutto per le festività di fine anno. Volumi sì, ma generati sottodata. Le strategie di pricing sono comunque tutte orientate all’advance booking, e il 2×1 sta dando ottimi risultati”.

L’offerta: torna il lungo raggio

Quanto all’oggi, “in questo preciso momento, sono a bordo delle nostre navi oltre 30mila ospiti. E’ un dato rilevante, perché quello delle crociere è un pezzo importante dell’economia nazionale, con oltre 100mila posti di lavoro e oltre 14 miliardi di euro di fatturato”.

E poi c’è il futuro. “I pilastri dell’inverno – rimarca Luca Valentini, direttore commerciale della compagnia – saranno in Mediterraneo, Caraibi ed Emirati. Siamo la prima compagnia ad aver operato sul medio raggio, col Nord Europa e l’Arabia Saudita, e saremo i primi anche sul lungo raggio, cosa che ci fa aprire la summer 2022 con buoni auspici. Diamo nuovamente ai clienti l’opportunità di programmare le vacanze estive, con 10 navi nel Mediterraneo e 5 in Nord Europa, 2 ai Caraibi e 2 in Cina e Giappone”.

Tags:

Potrebbe interessarti