Volotea, ricorso per l’esclusione dalla continuità territoriale in Sardegna

Volotea trova “insensata e incredibile la decisione della Regione Sardegna di escluderla, a causa di formalità burocratiche, dalla gara per l’assegnazione della continuità territoriale“, si legge in una nota.

La compagnia sottolinea, inoltre, come il preavviso per partecipare alla gara sia stato molto serrato, meno di una settimana dalla ricezione degli inviti. Volotea ha dato mandato ai suoi legali di presentare ricorso nelle sedi competenti.

Il vettore utilizzerà immediatamente tutti i “local remedies” disponibili. Poiché “la situazione è una chiara violazione del diritto dell’Ue“, prosegue la nota, la compagnia non esclude di presentare un reclamo davanti all’Unità per gli Appalti pubblici della Commissione europea a Bruxelles.

La compagnia ha preso parte alla gara presentando tutte le 6 offerte al fine di garantire, nel miglior modo possibile, la continuità territoriale sarda con collegamenti in partenza dagli aeroporti di Cagliari, Alghero e Olbia verso Milano Linate e Roma Fiumicino. L’offerta del vettore, considerevolmente più bassa rispetto a quella presentata dall’altra compagnia in gara, consentirebbe un risparmio per la Regione Sardegna, e per i suoi contribuenti, di circa 3 milioni di euro. Volotea ha presentato, infatti, le migliori offerte economiche, con ribassi del 23,5%, per gestire le rotte negli aeroporti di Cagliari e Olbia e del 21,5% per Alghero.

La potenzialità del territorio sardo

 

Da sempre attenta alle esigenze degli abitanti della Sardegna, Volotea opera con successo i suoi voli da 10 anni in Italia e si è accreditata come uno dei vettori più affidabili e attenti tra le compagnie aeree.

Volotea crede molto nelle potenzialità del territorio sardo e si è impegnata, sin dall’avvio delle sue attività, per offrire agli abitanti dell’isola voli con orari comodi verso un numero sempre maggiore di destinazioni. In Sardegna, infine, si sono concentrati numerosi investimenti della compagnia: 2 delle 7 basi italiane del vettore sono in due aeroporti isolani, una a Cagliari e una estiva a Olbia. Questa scelta ha permesso la creazione di circa 100 posti di lavoro, a supporto del tessuto economico locale.

Tags:

Potrebbe interessarti