Il futuro dei network aerei a World Routes

Quali azioni intraprendere per accelerare la ripresa del settore aereo? Se ne parla a World Routes a Milano, durante l’evento giunto alla 26a edizione, che vede oltre 3.500 nuovi servizi aerei connessi ai meeting dell’evento solo negli ultimi tre anni. Per mettere a punto le strategie sono presenti oltre 125 compagnie aeree, tra cui Air Canada, Air China, Air France, American Airlines, Delta Air Lines, easyJet, Emirates, Etihad Airways, Iberia Airlines, International Airlines Group, Jet2.com, JetBlue, KLM Royal Dutch Airlines, Southwest Airlines e Wizz Air.

I riflettori sulla crescita

Ospitato da Sea Aeroporti di Milano, in collaborazione con Regione Lombardia, Comune di Milano, Enit – Agenzia Nazionale del Turismo e l’aeroporto di Bergamo, World Routes accende i riflettori sulle opportunità di crescita a lungo termine per la città e l’intera regione. Il contributo del trasporto aereo all’economia italiana è significativo, con 714.000 posti di lavoro per un valore di 46 miliardi di euro, pari a circa il 2,7% del Pil italiano nel 2019. In seguito all’impatto del Covid-19, gli effetti positivi delle connessioni aeree legati all’incremento del commercio, del turismo, degli investimenti, dell’offerta di lavoro e dell’efficienza del mercato saranno più importanti che mai per aiutare l’Italia a ricostruire la propria economia.

Condividere opinioni

Armando Brunini, ceo di Sea Milan Airports, ha dichiarato: “World Routes è un appuntamento importante per il nostro settore, non vediamo l’ora di incontrare nuovamente di persona i delegati provenienti da tutto il mondo per condividere opinioni sul futuro dell’industria aeronautica e, naturalmente, fare affari! Nei prossimi anni le compagnie aeree dovranno scegliere il proprio network, e la scelta ricadrà dove c’è una maggiore massa critica di passeggeri. E Milano offre questa massa critica. Il nostro obiettivo è il recupero della connettività e dei volumi di traffico. Dobbiamo lavorare intensamente con tutti gli stakeholder coinvolti per creare i presupposti giusti per una corretta ripartenza soprattutto del traffico a lungo raggio, con le nostre priorità di America e Asia e i primi risultati stanno già arrivando. La città di Milano sta tornando vibrante e dinamica, quindi riteniamo sia ben posizionata in prima linea per la ripresa”.

Chiamata a raccolta

Steven Small, direttore di Routes, ha spiegato che “il compito è – e sempre sarà – quello di chiamare a raccolta compagnie aeree, aeroporti, enti del turismo e stakeholder dello sviluppo delle rotte, al fine di costruire servizi aerei per il bene economico e sociale di ogni destinazione”.

Il punto di incontro

“Ponendosi come punto di incontro per tutti gli stakeholder, World Routes definirà la ripresa di un settore profondamente colpito dalla pandemia. Lo sviluppo delle rotte è un settore basato sui rapporti volti a generare partnership efficaci e network di successo. E l’evento nasce proprio per favorire queste partnership. L’innovazione, la resilienza e la cooperazione di cui il settore aeronautico ha dato prova in questo periodo senza precedenti continueranno a giocare un ruolo fondamentale nel percorso di ripresa. Lavorare fianco a fianco ci permetterà di accelerare la ripresa e ricostruire al meglio”.

Tags: , , ,

Potrebbe interessarti