Slovenia: l’outdoor asset della strategia promozionale

“La Slovenia è tra i Paesi che hanno risentito fortemente dell’impatto della pandemia. Il settore turistico dà un contributo significativo al Pil del Paese, impiegando il 6,5% della popolazione attiva, con un intenso effetto moltiplicatore su altre attività”, spiega Aljoša Ota, direttore dell’ente sloveno per il Turismo in Italia.

I dati

Guardando ai dati, nel periodo gennaio-agosto il Paese ha registrato complessivamente “88.000 arrivi dall’Italia e 208.745 pernottamenti totali. Il mese di agosto in particolare, il preferito dagli italiani, ha registrato il 36% in più di arrivi e il 30% in più di pernottamenti rispetto al 2020 complessivamente il 2021 rimane, però, ancora lontano dai risultati pre-Covid per il mercato italiano”, fa presente il direttore.

Le novità

Tra le novità, il nuovo Travel Agent Manual 2021 disponibile online in formato pdf. Il vademecum per tour operator e agenti di viaggi contiene le ultime notizie ed informazioni utili, compresi i contatti delle agenzie incoming e dei diversi uffici di rappresentanza, e permette di scoprire 7 motivi per scegliere la Slovenia, le esperienze uniche, le migliori destinazioni da visitare, le opportunità di incontro, le avventure all’aria aperta e le esperienze culturali, le pause salutari e rigeneranti nei centri termali e le scoperte gastronomiche.

L’outdoor si conferma quale asset clou della strategia promozionale, anche in questo prossimo autunno, stagione ideale per le attività all’aria aperta, in particolare per l’escursionismo ed i percorsi cicloturistici che conducono alla scoperta dei luoghi più belli per ammirare il foliage.

Tags:

Potrebbe interessarti