Buoni segnali arrivano dal fronte della domanda da parte del mercato italiano, che “comincia a riprendersi. Tuttavia per i gruppi una pianificazione sicura su più settimane o mesi è cruciale”, ad affermarlo è Ilona Ott, responsabile rapporti Italia mobilità viaggiatori Trenino Verde delle Alpi. La manager osserva che, “con il Green pass, finalmente le disposizioni sono chiare e simili da entrambi i lati della frontiera. Permette di prenotare tranquillamente e in completa sicurezza un viaggio con il Trenino Verde delle Alpi”.

Certamente la pandemia ha avuto “un impatto molto grande, i nostri treni attraversano il confine con l’Italia. Per settimane erano l’unico mezzo di trasporto che circolava ancora tra Italia e Svizzera. Durante il lockdown e con le restrizioni di entrata in Italia e in Svizzera non avevamo più nessuna domanda turistica”. Quanto, però, alle corse e alla capienza non è cambiato nulla, “siamo al 100%”. Parlando di mercati di riferimento, per la direzione Sud-Nord è l’Italia e per la direzione Nord-Sud la Svizzera Centro-Ovest e alcuni mercati internazionali.

Guardando alle preferenze dei nostri connazionali, tra i servizi offerti quelli più scelti contemplano “il viaggio con il Trenino Verde delle Alpi in combinazione con una mini-crociera sul lago di Thun, una visita della cittadina medioevale di Thun o Berna, capitale federale della Svizzera – spiega la manager -. Per chi è alla ricerca di autenticità e tradizioni in mezzo alle cime bernesi si trova Kandersteg, tipica località alpina con una perla tra i laghi di montagna: il lago di Oeschinen”.

Le novità

Tra le novità in serbo per il mercato italiano, è proposta la carta giornaliera, “che combina il viaggio con il Trenino Verde delle Alpi con la navigazione sul lago di Thun. Inoltre, per gli amanti della montagna in solo un’ora e mezza si arriva nella valle incastonata tra le cime vallesane e bernesi, Valle di Lötschen e più precisamente sulla Lauchernalp a quasi duemila metri. Anche questa gita è proponibile per tutte le tasche”.

 

I Mercatini di Natale

Uno sguardo all’inverno porta a pensare al Natale e al tipo di novità e servizi previsti in occasione dei Mercatini. “Cerchiamo di proporli maggiormente in combinazione con il Trenino Verde delle Alpi, un’ottima combinazione per una giornata piacevole e particolare sin dal viaggio”, commenta Ott. Infatti, sotto la festività natalizia viene proposto il viaggio con il Trenino Verde delle Alpi alla volta di una serie di eventi tradizionali. Per esempio il 22 novembre c’è il Mercato delle cipolle a Berna, “è una tradizionale festa popolare che si svolge ogni anno il quarto lunedì di novembre. I contadini della zona portano nella capitale svizzera oltre 50 tonnellate di cipolle e aglio intrecciati in modo artistico”. Un altro appuntamento è con i Mercatini di Natale Berna dal 26 novembre 2021 – Thun dall’8 dicembre 2021. Il dato interessante è che ci sono già “molto richieste di diverse agenzie”. Lavorando molto con i gruppi, il canale agenziale si conferma “molto importante per noi”, afferma la manager. Sul fronte dei progetti per le adv, sono previsti “dei bellissimi eventi durante tutto l’anno e vorremmo preparare un pacchetto speciale cultura a Berna”.

Stefania Vicini

 

 

Tags: ,

Potrebbe interessarti