Sicilia, focus su destagionalizzazione e riforme

Una riforma legislativa del settore turistico, la necessità di fare sistema e i fari puntati sui progetti di promozione e di destagionalizzazione. Sono queste le priorità per l’incoming della Sicilia, con l’assessore al Turismo, Sport e Spettacolo Manlio Messina che racconta ad esempio il progetto See Sicily come “un’iniziativa del tutto nuova che, come tutte le novità, ha avuto bisogno di un periodo di rodaggio, non tanto per la parte informatica e burocratica, ma certamente – in una terra in cui raramente pubblico e privato hanno saputo collaborare – per la non immediata ricezione dell’idea di un percorso comune per il rilancio della Sicilia come meta turistica”.

Destagionalizzare: See Sicily progetto di punta

See Sicily mira a promuovere il brand turistico della Regione Sicilia e forme di destagionalizzazione e di riscoperta del territorio, offrendo inoltre una misura di sostegno immediata agli operatori economici locali. “Da questo punto di vista – osserva Messina – la pandemia è servita ad accelerare un cambiamento di mentalità: nessuno si salva da solo. Lo strumento funziona, sono già tantissimi i turisti ad averne approfittato con le notti o le visite guidate in omaggio, come sono migliaia gli operatori del turismo che, a vario titolo, partecipano al funzionamento di un programma che rende ulteriormente attrattiva la nostra isola, anche attraverso l’offerta dei loro prodotti. Se la pandemia non inciderà pesantemente sulla stagione invernale, come tutti ci auguriamo, See Sicily sarà certamente il volano che spingerà la diversa stagionalità della Sicilia”.

Riforme per un settore più agile

Quanto all’impianto legislativo a supporto della industry, Messina spiega che “la riforma del settore turistico, che presto sarà al vaglio dell’Assemblea Regionale Siciliana, servirà anche a rendere la vita più semplice agli operatori, oltre che ad agganciare la Sicilia al treno delle più importanti destinazioni turistiche nazionali e mondiali. Sarà fondamentale valutare i nuovi trend. In attesa, ovviamente, che il Green pass diventi la norma per facilitare gli spostamenti e il soggiorno, soprattutto quello dei viaggiatori stranieri. Ritengo che l’intero comparto turistico stia facendo, quindi, un ottimo lavoro anche mettendo a punto un piano sul lungo periodo, con una vision almeno di cinque anni tale da poter programmare una crescita equilibrata e duratura”.

Qui una proposta di itinerario alla scoperta delle bellezze della Sicilia Orientale.

Tags:

Potrebbe interessarti

Nessun articolo collegato