Ota Viaggi già al lavoro sull’estate 
Con un prodotto Neve fresco di uscita e tante attività congiunte con partner importanti, Ota Viaggi si prepara ad affrontare la stagione invernale lanciando però già dei moniti sulla prossima.

Ciò che conta è l’utile

“Siamo di fronte ad un’incidenza costi che già sappiamo impatterà molto sulla prossima estate – ha commentato a Guida Viaggi il direttore commerciale, Massimo Diana -, io sono ottimista perché l’azienda è sana, ma – ha detto – occorre fare passi ponderati, non mirare soltanto ad obiettivi di crescita del fatturato perché ciò che più conta, lo sappiamo, è l’utile e il turismo deve tornare a generarlo, perché con il semplice fatturato non si va da nessuna parte”.

La Summer 2022

Sull’estate si tornerà a dare valore al prenota prima, secondo il manager, per premiare i clienti che inietteranno cash flow nei primi mesi. E a chi  già parla di una Sumner 2022 sfavillante per il Mare Italia, Diana risponde che “non è tutto oro quello che luccica, se consideriamo l’aspetto economico, quella appena conclusa è stata sì, ottima – ha detto -, ma sotto tanti altri aspetti è stata forse una tra le peggiori. Penso ai rinnovi dei bonus, alla problematica green pass, a Tirrenia ed Alitalia, alla continuità territoriale sulla Sardegna, e ancora, alla difficoltà degli alberghi a reclutare personale. Insomma, eviterei voli pindarici sul Mare Italia 2022”.
Alessandra Tesan
Tags: ,

Potrebbe interessarti