“Spazio anche ai t.o. specialisti”

L’impatto pandemico sulle agenzie di viaggi c’è stato ed è stato consistente. Lo ha ribadito Ivana Jelinic, presidente Fiavet, in un recente convegno, ma dopo l’impatto, che accade? Inizia un’altra storia, per la quale occorre fiducia e curiosità. Alessandro Nucara, presidente Ebtl, sintetizza così la situazione: “I catastrofisti dicono che nulla tornerà come prima e gli ottimisti dicono che tutto tornerà come prima, come sempre la verità è nel mezzo: ritengo che molto cambiamenti positivi ci aiuteranno a stare meglio”. Jelinic ha ricordato l’impegno di Fiavet sul fronte delle normative.

La partita è dei giocatori

Le leggi delimitano il terreno di gioco, ma la partita la giocano i giocatori, stimolando le agenzie di viaggio alla preparazione, all’innovazione e uso dei social network, alla visione imprenditoriale, ha commentato Jelinic. “Il lavoro sarà dentro o fuori dai network, ma bisogna affidarsi anche ai piccoli operatori specialisti, conoscere il prodotto”, ha aggiunto. Ferma la posizione sulle Ota: “Con le altre associazioni di categoria europee abbiamo un confronto sulle normative riguardanti le Ota che esistono, ma non sono recepite dai singoli stati”.

Tags: ,

Potrebbe interessarti