Columbia Turismo fiducioso per il 2022

“La nostra clientela ci è stata vicino, molto. Si è fidata della solidità da sempre dimostrata da Columbia Turismo. In questo momento stanno cominciando ad arrivare diverse richieste per gruppi per la prossima stagione. Questo significa che le agenzie di viaggio dimostrano di puntare sui nostri prodotti anche per il futuro. Il decreto legge governativo ha permesso a tutti i tour operator di emettere i voucher per gli importi versati dai clienti. Oltretutto a marzo del 2020 noi avevamo prenotazioni per tutto l’anno, festività invernali comprese, gruppi sia opzionati sia confermati e ottime prospettive per la stagione in corso e per l’anno successivo”. A parlare è il responsabile commerciale di Columbia Turismo per il Triveneto, Mario Cimarosti, che ha sottolineato che nel periodo di chiusura, anziché concentrarsi come altri tour operator sui corsi di formazione online, il tour operator ha scelto la strada dei contatti diretti con la propria forza vendite che è stata la prima a risentire del blocco delle partenze.

Scadenza dei voucher alle porte, Russia in piena quarta ondata

“I voucher stanno per scadere, la scadenza non è così lontana e la destinazione madre di Columbia Turismo e cioè la Russia è in piena quarta ondata con il solo 30% di vaccinati su quasi i 150 milioni di abitanti. Le alternative alla Russia ad oggi con le aperture di diverse destinazioni sono molteplici nella nostra programmazione. Tra tutte ci sono le capitali baltiche, Vilnius, Tallin e Riga aperte come tutta l’Europa e dove si può accedere con green pass. Le città succitate, però, offrono ognuna di loro degli aspetti sia culturali sia naturalistici eccezionali. Penso che per il momento la Russia non potrà essere programmata, nemmeno per i primi mesi del 2022”, dice Cimarosti.

Investimento sulle destinazioni alternative

In questo periodo di pandemia Columbia Turismo vuole sfruttare le aperture recenti di svariate destinazioni della propria programmazione, intensificando l’offerta in Paesi come Polonia, Irlanda, Norvegia e Islanda. “Queste ultime due destinazioni abbinate adesso al fenomeno dell’aurora boreale. Aperte anche l’Armenia e l’Azerbaijan. A tutte queste destinazioni si accede con il green pass – ha rimarcato Mario Cimarosti -. In attesa della riapertura della Georgia abbiamo optato anche sulla Giordania, con una bella programmazione. Abbiamo quindi un margine importante su cui possiamo muoverci. Siamo anche in attesa dell’apertura della Turchia con il classico giro della Cappadocia, Paese ben collegato da molte città italiane con Turkish Airlines. Una destinazione che ha un ottimo rapporto qualità prezzo e che può essere venduta abbastanza facilmente”.

Tre minuti in viaggio

Oltre al libro “Ai Confini dell’Asia” diffuso presso le agenzie di viaggi e di cui è autore, Cimarosti ha creato la rubrica “Tre Minuti in viaggio”, visibile su Youtube, che spiega appunto in tre minuti, una destinazione. “Le agenzie potranno utilizzare il filmato, facendolo vedere al cliente che potrà documentarsi in maniera diretta sulla destinazione. Sono convinto che questa formula sarà molto utile quando il mercato riaprirà”.

Annarosa Toso

 

Tags:

Potrebbe interessarti