Tax free shopping: scontrino medio in aumento al Sud

Come è stato l’andamento del tax free shopping in Italia questa estate? A offrire una panoramica sul tema è Antonella Bertossi, partner relationship & marketing manager Global Blue Italia. A suo dire “l’estate ha evidenziato una lieve ripresa del turismo internazionale in Italia e, in particolare, gli acquisti tax free registrati nel corso del trimestre giugno-agosto sono stati trainati da nuove nazionalità”, come messo in luce anche da Stefano Rizzi, country manager Global Blue Italia in una precedente notizia.

I turisti americani primo Paese

Bertossi entra nel merito dei numeri e offre ulteriori dettagli relativi ai nuovi bacini. In particolare “i turisti americani sono diventati il primo Paese con il 44% di peso sulle vendite totali in Italia (26% nel 2019), seguiti da quelli provenienti dai Paesi del Golfo che, dal 5% del 2019, arrivano all’11% del trimestre 2021 e dai russi all’11% in calo rispetto al 21% registrato nel 2019”.

Le performance del Sud

Buone notizie per il Sud Italia, con “uno scontrino medio in aumento del 73% rispetto al medesimo trimestre del 2019 nelle regioni Campania e Sicilia. Sempre nel trimestre estivo la percentuale di recovery in termini di tax free shopping ha visto la Campania raggiungere il 30% sul 2019 con un’ottima performance di Capri (34%) e Napoli ed Ischia (13%)”.

Per la Campania nel 2019 gli americani sono stati il mercato più rilevante, “in quanto il peso di Capri è stato sempre importante e i russi grazie ad Ischia. Tra le nazionalità emergenti ci sono i Paesi del Golfo che stanno viaggiando nelle località di villeggiatura, mentre gli Stati Uniti aumentano il loro interesse. Un mix di nazionalità, quindi”, sottolinea la manager, che invita a prendere atto dei nuovi flussi, non solo, “si devono prendere in considerazione perché ci percepiscono come i più sicuri”, dice Bertossi.

 

Tags: ,

Potrebbe interessarti