Unwto e Icao a braccetto per la ripresa del settore aereo e turistico

Unwto e Icao hanno deciso di rafforzare la loro partnership con l’obiettivo di sostenere la ripartenza dei viaggi e del turismo e accelerare il passaggio dei due settori verso una maggiore resilienza e sostenibilità.

Confermato una settimana prima della conferenza delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici (Cop26), il nuovo accordo sottolinea l’impegno dell’Unwto per una maggiore collaborazione al fine di realizzare il potenziale del turismo nella ripresa e guidare una crescita sostenibile e inclusiva. Nell’immediato, Unwto e Icao lavoreranno per sostenere l’aviazione e il turismo nella ripresa dagli effetti della pandemia.

Coordinamento ad ogni livello

L’accordo prevede il coordinamento ad ogni livello, dalla ricerca politica e dalle aree di gestione, alla gestione delle frontiere e alla facilitazione di viaggi sicuri e senza soluzione di continuità, una delle priorità di lunga data dell’Unwto. Il memorandum d’intesa riconosce anche l’importanza di assicurare meccanismi finanziari rilevanti per accelerare il passaggio verso viaggi e turismo più verdi, con l’impegno a un’attività congiunta di advocacy e raccolta fondi.

Il segretario generale dell’Unwto Zurab Pololikashvili ha detto: “Il turismo e i viaggi aerei sono pilastri essenziali della crescita e delle opportunità, soprattutto per i Paesi e le comunità in via di sviluppo. Con la ripresa dei viaggi aerei e del turismo, entrambi i settori devono collaborare per sostenere i mezzi di sussistenza di oggi e per costruire un futuro più resiliente e sostenibile. La partnership tra Unwto e Icao permetterà esattamente questo”.

Il presidente del Consiglio dell’Icao, Salvatore Sciacchitano, ha aggiunto: “Questo accordo è un passo importante per aiutare le nostre organizzazioni ad affrontare iniziative congiunte in termini di dati e ricerca, la modernizzazione e il finanziamento delle infrastrutture aeronautiche, e l’alleggerimento dei vincoli normativi economici per migliorare la connettività aerea e i viaggi senza soluzione di continuità”.

Costruire sulle partnership passate

L’Icao ha fatto parte del Global Tourism Crisis Committee dell’Unwto, istituito all’inizio della crisi attuale per unire il settore del turismo in un piano comune di risposta e recupero. Allo stesso tempo, Unwto ha anche contribuito alla Covid-19 Aviation Recovery Task Force (Cart) dell’Icao, lavorando per identificare e raccomandare priorità strategiche e politiche per i Paesi e gli operatori dell’industria dell’aviazione. Inoltre, Icao ha fatto parte del comitato dell’Unwto per lo sviluppo di un codice internazionale per la protezione dei turisti in qualità di osservatore, contribuendo attivamente alla stesura dello stesso insieme a 98 Stati membri, cinque membri non Unwto e diversi osservatori provenienti da una vasta gamma di organizzazioni internazionali e parti interessate private.

L’assemblea generale

L’Unwto terrà, inoltre, la sua 24a assemblea generale a Madrid dal 30 novembre al 3 dicembre 2021: è il principale incontro dell’organizzazione e la piattaforma per gli Stati membri per approvare il programma di lavoro e il budget per il prossimo biennio (2022-2023).

L’assemblea generale del 2021 porrà un accento particolare sull’importanza dell’innovazione, dell’educazione e dello sviluppo rurale, così come sul ruolo del turismo nella crescita inclusiva, tema della Giornata Mondiale del Turismo 2021. Inoltre, ai delegati verrà presentato il Codice internazionale per la protezione dei turisti, uno strumento legale di riferimento progettato per ripristinare la fiducia nei viaggi internazionali.

I membri saranno anche aggiornati sull’apertura di nuove sedi, tra cui un primo ufficio regionale per il Medio Oriente.

 

Tags: ,

Potrebbe interessarti