Welcome Travel Group: segnali positivi nelle ultime settimane

Un’estate che ha segnato il 25% dei volumi di vendita del 2019. Il direttore network Welcome Travel Group Andrea Moscardini è molto franco: “Un dato pessimo – ammette – e addirittura peggiore del 2020. E’ l’anno peggiore, edulcorato in parte e in parte edulcorato dai sostegni finanziari”. Ci sono, però, evidenze su fine settembre e dei primi di ottobre che fanno ben sperare: “Si tratta di dati incoraggianti, con un raddoppio dei volumi del 2019 – commenta il manager -. In queste quattro-cinque settimane gli ordini leisure sono saliti al 50% del 2019”. Molto bene le Maldive e la Repubblica Dominicana, il Mar Rosso ha avuto un inizio lento per poi registrare un’accelerazione importante, con volumi di vendita delle ultime due settimane pari a quelli dell’autunno 2019”. Buono anche l’andamento delle crociere, che nelle ultime quattro-cinque settimane ha messo a segno un trend degli ordini del 60% rispetto al medesimo periodo di due anni fa, di fatto raddoppiando quello positivo già registrato durante i mesi estivi. Per gli obiettivi del 2021 e 2022 del network si rimanda, invece, al primo piano di oggi.

Le tempistiche di prenotazione

Il sotto data ha un impatto alto, con la maggioranza delle prenotazioni a 30-45 giorni. Ma segnali positivi arrivano da due fronti: “Natale e Capodanno stanno muovendosi bene sia in termini di occupazione che di prezzi medi e non mancano le conferme”. A manifestare una dinamicità interessante secondo Moscardini è “il segmento gruppi, che nella mia esperienza (gli ultimi sette anni in Alpitour, ndr) solitamente anticipa il trend degli individuali”.

Ma i prezzi sulle Maldive sono effettivamente alti per Natale e Capodanno, come qualche altro network ha segnalato? “Per quel periodo lo sono su tutte le destinazioni – risponde Moscardini – e sono tipici di un’offerta non ancora matura. Dobbiamo riconquistare degli spazi e non sarà semplice. Ma i prezzi – sottolinea il manager – sono allineati a quelli degli altri mercati”.

L’ordinanza

Quanto all’ordinanza di due giorni fa, non ha dato di certo le risposte sperate: “Mi aspettavo – commenta l’a.d. di Welcome Travel Group Adriano Apicella – che si potesse togliere il divieto di viaggio per vacanza e che i protocolli fossero diversi. Il dato importante è il fatto che il viaggio vada acquistato da t.o. o adv. Certo sei o sette corridoi aperti aiuterebbero”. Un controllo, quello dell’acquisto tramite operatore o agenzia, che secondo Apicella potrebbe essere fatto dalle compagnie aeree.

Nicoletta Somma

Tags:

Potrebbe interessarti