Space Perspective, il lusso delle mongolfiere spaziali

Virgin Galactic e Blue Origin hanno reso i viaggi spaziali sub-orbitali una realtà per quegli avventurieri ed esploratori dello spazio con il desiderio e il reddito disponibile per pagare fino a 450mila dollari per un biglietto.

Entrambe queste aziende hanno dimostrato che il turismo spaziale è un mercato potenzialmente enorme e, sebbene non privo di rischi, può essere realizzato in modo sicuro. Man mano che altre compagnie come Space Perspective entrano in questo mercato nascente con le loro soluzioni innovative di volo spaziale, ai viaggiatori verrà inevitabilmente offerta una maggiore scelta man mano che il mercato si segmenterà sul prezzo, sul metodo di trasporto e sulla longevità e qualità dell’esperienza.

La tendenza è supportata da una ricerca di GlobalData.

In questo momento, la segmentazione del mercato dei viaggi spaziali si basa sulla semplice funzionalità di lanciare un viaggiatore nello spazio e riportarlo sano e salvo sulla terra. Dal decollo all’atterraggio, un volo sul New Shepard di Blue Origin dura 11 minuti, mentre una spedizione su Virgin Galactic dura dalle due alle tre ore. In confronto, Space Perspective prevede di offrire ai turisti spaziali un’esperienza più rilassante e lussuosa, con un volo nella stratosfera che dovrebbe durare sei ore dal decollo all’atterraggio.

“Con le cifre attualmente pagate per un biglietto – commenta Ralph Hollister, analista di viaggi e turismo di GlobalData – le aziende che possono offrire il miglior equilibrio tra un’esperienza di lusso – che ci si aspetta a questi prezzi – e più tempo a bordo, mantenendo un senso di sicurezza e benessere durante tutto il volo”.

Space Perspective intende offrire un’esperienza di viaggio spaziale unica incentrata su prezzo e lusso offrendo  biglietti notevolmente più economici per la sua astronave Neptune, venduti a 125mila dollari a posto.

“L’attuale prezzo di Space Perspective significa che il viaggio spaziale è una possibilità per un target molto più ampio di potenziali turisti spaziali“, aggiunge.

Tra pricing e sostenibilità

Secondo il database macroeconomico di GlobalData, il 43% delle famiglie statunitensi si trova nella fascia di reddito di oltre 75mila dollari. Questa percentuale suggerisce che c’è già un mercato sostenibile per i viaggi spaziali negli Stati Uniti al livello attuale dei prezzi e che questi continueranno a scendere, aprendo potenzialmente il mercato a milioni di persone.

La sostenibilità è un punto chiave per Space Perspective. L’esperienza di viaggio è contenuta in una capsula pressurizzata attaccata a un pallone sostenuto da idrogeno, che trasporterà i viaggiatori a un’altitudine di circa 100mila piedi. Questo fornirà un viaggio rilassante senza la necessità di razzi alimentati da jet come propellente. La capsula, che avrà anche un bar, offrirà ai turisti spaziali una visione a tutto tondo dell’oscurità dello spazio e della curvatura della terra.

“Il segmento di mercato emergente del turismo spaziale “in mongolfiera” – conclude Hollister – non è un’esclusiva di Space Perspective. Anche aziende come World View stanno cercando di diventare protagonisti delle mongolfiere spaziali. A 50mila dollari per biglietto, l’esperienza renderà il mercato meno esclusivo e guiderà un’ulteriore segmentazione di quello che si prevede essere un mercato sempre più ricco”.

 

Tags: , , ,

Potrebbe interessarti