Numeri incoraggianti

Dubai promessa mantenuta. La destinazione è aperta ai turisti internazionali dal 7 luglio 2020, ora è tornata ad accogliere anche i turisti italiani in seguito all’eliminazione delle restrizioni previste dal nostro Paese. La promessa fatta era che la città “sarebbe stata pronta ad accogliere gli italiani quando fosse stato il momento giusto per loro”, racconta una nota e quel momento è arrivato a un mese dall’Opening ufficiale di Expo 2020 Dubai, avvenuta il 1° ottobre 2021. Come si sa l’evento si svolgerà per la prima volta nella regione del Medio Oriente, Africa e Asia del Sud dal 1° ottobre 2021 al 31 marzo 2022. Il tema è “Connecting Minds, Creating the Future” e i tre sottotemi Opportunità, Mobilità e Sostenibilità. L’obiettivo è progettare il futuro di domani tutti assieme. Sono 200 i padiglioni in totale che i visitatori potranno esplorare. Oltre alle attrazioni in ogni luogo, ci sono molteplici eventi giornalieri, con tavole rotonde e spettacoli culturali. Sono oltre 100mila le camere d’albergo disponibili. Le strutture si sono preparate all’evento con pacchetti e offerte di soggiorno prolungato per i visitatori dell’esposizione. Anche l’Aeroporto Internazionale di Dubai prevede una forte crescita nella seconda metà dell’anno, dopo aver raggiunto 10,6 milioni di passeggeri nei primi sei mesi del 2021, nonostante le restrizioni di viaggio, che hanno interessato i suoi mercati chiave per tutto il secondo trimestre.

Le nuove attrazioni

Dal canto suo la città non si è mai fermata ed ha portato avanti la sua evoluzione con la realizzazione di nuove attrazioni. Ne è un esempio Ain Dubai, la ruota panoramica più alta del mondo situata su Bluewaters Island o Deep Dive Dubai, che offre l’esperienza di immergersi nella piscina più profonda del mondo. Lo scorso aprile ha inaugurato The View at The Palm, la terrazza panoramica situata al 52° piano di The Palm Tower (altezza di 240 metri). Tra le ultime novità, Time Out Market inaugurato nel Souk Al Bahar di Dubai all’inizio del 2021 con 17 concept culinari a chilometro zero. Inoltre, nella seconda metà dell’anno è prevista l’inaugurazione di hotel, ristoranti e attrazioni cui si aggiunge un calendario di eventi annuali come la Dubai Design Week (8-13 novembre) ed eventi business tra cui la Gastech and Africa Oil Week (21-23 settembre), quest’anno sarà ospitata per la prima volta dall’emirato.

Una buona risposta

Nei primi dieci giorni l’esposizione ha accolto 411.768 visitatori. I dati fino al 10 ottobre compreso mostrano che i visitatori appartenevano a 175 nazionalità, sono 192 i Paesi che partecipano all’evento, ciascuno con il proprio padiglione. Uno su tre è arrivato dall’estero, la percentuale dovrebbe aumentare con l’aumento dei viaggi internazionali. Dimitri S. Kerkentzes, segretario generale del Bureau International des Expositions, ha confermato che “la settimana di apertura è stata un successo. I numeri a cui stiamo assistendo sono molto incoraggianti e dimostrano il desiderio globale delle persone di riconnettersi tra loro e di immaginare un futuro migliore”. Sul fronte biglietti sono previsti abbonamenti plurigiornalieri e stagionali, che stanno ottenendo consensi. Un visitatore su cinque ha già visitato Expo più di una volta, a dimostrazione che un giorno non basta per fruire dell’offerta. Virtual Expo, virtualexpo.world, lanciato il 30 settembre con tre milioni di persone che hanno assistito alla cerimonia di apertura dal vivo, ha registrato altri cinque milioni di visite tra l’1 e il 10 ottobre.

Stefania Vicini

Tags: , ,

Potrebbe interessarti