Wizz Air tra crescita e sfide da vincere

Nonostante le preoccupazioni di overcapacity per la Summer 2022 espresse dal ceo József Váradi, Wizz Air non ferma la propria crescita. Il manager ha dichiarato di recente che la compagnia aerea accelererà i suoi piani di espansione estendendo alcuni leasing di aerei e parlando con Airbus per spostare le consegne di alcuni dei 235 jet della famiglia A320neo che ha in ordine. Wizz prevede di far volare 170 aerei entro settembre 2022, con un aumento di oltre il 40% rispetto all’inizio della pandemia nel marzo 2020.

Mercati in progressione

I mercati in crescita rimangono gli stessi di prima: Italia e Regno Unito, oltre ad Abu Dhabi, Austria e Ucraina. E Wizz sta crescendo anche in molti dei suoi mercati principali dell’Europa orientale.

“Stiamo alzando il tiro – ha affermato il ceo -. Stiamo aggiungendo più capacità e pianificando più crescita”. Ma le prospettive non sono tutte positive. Dopo aver registrato un profitto operativo di 57 milioni di euro (66 milioni di dollari) nel trimestre di settembre, Wizz prevede una perdita nel trimestre di dicembre. Váradi ha attribuito la perdita prevista ai tassi di vaccinazione più bassi nell’Europa dell’Est, al carburante e ai venti di cambiamento, alla minore produttività della sua flotta e del suo staff rispetto a prima della pandemia. Si prevede che queste sfide continueranno nel trimestre di marzo.

Le assunzioni

In vista dell’estate Wizz sta assumendo personale in preparazione delle operazioni dell’estate 2022, con 1.000 dipendenti che si uniranno durante il trimestre di settembre.

Nella prima metà dell’anno fiscale di Wizz, che si è concluso a settembre, la compagnia aerea ha registrato una perdita netta di 121 milioni di euro. I ricavi sono scesi del 47% rispetto a due anni fa a 880 milioni di euro e le spese sono scese del 26% a 932 milioni di euro. I ricavi unitari sono diminuiti del 23% mentre i costi unitari, escluso il carburante, sono aumentati del 24% nello stesso periodo. Wizz ha volato con 144 aerei alla fine di settembre rispetto ai 119 di due anni fa.

 

 

Tags:

Potrebbe interessarti