Direttiva pacchetti: a Bruxelles si è discussa la revisione

Ci sono anche i pacchetti turistici e la relativa revisione della direttiva (di cui si dibatte da un po’) tra i temi che sono stati affrontati durante il meeting semestrale di Ectaa (Travel Agents and Tour Operators Associations), che si è svolto a Bruxelles, nell’ambito delle celebrazioni dei 60 anni di vita dell’associazione. Al meeting ha preso parte anche Fto, che nel 2021 è diventata membro effettivo della associazione, che raggruppa tutte le principali sigle europee di agenti di viaggi e tour operator e di cui fa parte anche Confturismo-Confcommercio.

I temi trattati

Durante la tre giorni di lavoro si sono riunite le commissioni trasporti, legale e sostenibilità. È stata, inoltre, organizzata una tavola rotonda sulla direttiva comunitaria relativa ai pacchetti turistici con i referenti della DG Mobility e Transport e DG Justice & Consumers. Il commissario Ue per la Giustizia, Didier Reynders, ha partecipato alla serata di gala, evidenziando nel suo intervento l’importanza di apportare una revisione alla direttiva pacchetti che tenga conto dei diritti dei viaggiatori, ma anche della sostenibilità delle imprese del turismo organizzato.

La delegazione italiana

La delegazione italiana, composta da Luca Patanè, presidente Confturismo, Alfredo Pezzani, commissione trasporti Fto e air matters committee Ectaa, e Gabriele Milani, direttore nazionale di Fto, ha  anche incontrato alcuni rappresentanti italiani presso il Parlamento europeo, registrando convergenze con gli onorevoli Marco Campomenosi e Paolo Borchia circa le priorità di intervento per il turismo organizzato a livello europeo.

Tags: ,

Potrebbe interessarti