Italo: più collegamenti al giorno nel nuovo orario

Italo si appresta al cambio orario ferroviario, in vigore dal prossimo 12 dicembre. Le novità riguardano sia il network sia le frequenze, sempre nel pieno rispetto delle norme e delle procedure anti Covid. Italo mette a disposizione dei passeggeri e dei dipendenti tutte le misure di sicurezza necessarie per affrontare il viaggio in serenità. Ha, infatti, installato i filtri Hepa a bordo dei suoi treni (gli stessi degli aerei), garantendo un ricambio d’aria costante in ogni carrozza.

Il Nord

Con il nuovo orario diventeranno 116 i servizi giornalieri, rispetto ai 104 odierni. La prima novità riguarda l’arrivo di Italo a Genova: la città ligure entra così nella rete della compagnia, che da tempo studiava questo territorio ricco di domanda. Genova sarà collegata a Milano, Roma e Napoli, con 2 servizi no stop quotidiani, offrendo un nuovo modo di viaggiare ai cittadini liguri.
Altra novità è relativa all’avvio dei servizi tra Udine e Milano. Lungo la trasversale del Nord Est (Venezia-Milano) saranno aumentati da 14 a 16 i viaggi quotidiani e 2 di questi prolungati verso Treviso, Conegliano, Pordenone e Udine. Un’importante novità per i cittadini friulani, che avranno la possibilità di viaggiare con Italo da e per Milano senza cambi intermedi. Un territorio che già ha dato grandi soddisfazioni alla società, quando sono stati avviati i collegamenti da e per Roma, e su cui Italo ha deciso di puntare in questa fase di ripartenza, prolungando fino a Salerno il treno in partenza alle 7.27 verso Roma e Napoli, che così arriverà a Salerno alle 15:30.
Confermati i restanti 14 servizi sulla linea Venezia-Milano, ottimizzando gli orari delle partenze e rafforzando la presenza di Italo sul Garda, passano da 7 a 9 i collegamenti su Desenzano e restano confermati quelli su Peschiera.

C’è poi l’offerta dei servizi no stop tra Roma e Milano, con 32 viaggi giornalieri (uno ogni ora con rinforzi nelle ore di picco). Novità il prolungamento su Caserta di 2 di questi treni.

Lungo la direttrice Torino/Milano-Napoli/Salerno, Italo conferma i 26 servizi al giorno (uno ogni ora) inserendo novità orarie volte a soddisfare le esigenze dei viaggiatori. Per fare alcuni esempi, sull’asse Nord-Sud ci sarà un nuovo arrivo a Napoli alle ore 10:43, mentre da Sud verso Nord sarà introdotta una nuova partenza da Napoli alle ore 6:20.

Novità poi riguardano il Veneto, nello specifico i collegamenti tra Venezia e la Capitale, di cui alcuni prolungati su Napoli e Salerno. Diventeranno 20 i viaggi giornalieri, rispetto agli odierni 14. Di questi 6 nuovi collegamenti ce ne saranno 3 da Venezia verso Sud ed altri 3 da Roma verso Venezia. Inoltre, ci sarà un nuovo prolungamento su Napoli. Un rafforzamento importante lungo una direttrice strategica per Italo, che di conseguenza porterà ad un potenziamento delle fermate sulle città di Ferrara (da 9 a 14 servizi al giorno) e di Rovigo (da 5 a 6 al giorno). Sempre in Veneto, confermata l’offerta Italo su Verona, con 10 collegamenti quotidiani.

Il Sud

C’è poi tanto Sud nella strategia Italo, che in questo ultimo anno e mezzo ha ampliato notevolmente il network al Meridione, introducendo numerose nuove fermate. Passeranno da 4 a 6 i servizi giornalieri per la Puglia. Confermata l’offerta sui restanti 4 collegamenti con alcuni miglioramenti orari.

Aumentano le corse anche per la Calabria, da 4 a 6 al giorno. Una nuova partenza da Roma Termini ed un nuovo collegamento con partenza da Reggio Calabria. Confermati i collegamenti su questa direttrice con le stazioni di Agropoli Castellabate, Vallo della Lucania, Sapri, Maratea, Scalea, Paola, Lamezia Terme, Vibo-Pizzo, Rosarno e Villa San Giovanni.

Cresce la stazione di Napoli Afragola, dal 12 dicembre sarà servita da 30 collegamenti rispetto agli attuali 18. Nuove partenze da Afragola verso Roma e Milano rafforzando soprattutto la fascia mattutina e di metà giornata e nuovi collegamenti anche sul flusso Nord-Sud con rafforzamenti lungo tutto l’arco della giornata, soprattutto nel pomeriggio con arrivi da Milano e Roma verso Afragola.

 

Tags:

Potrebbe interessarti