L’aeroporto di Francoforte sempre più biometrico

Sita, il fornitore di tecnologia per l’industria del trasporto aereo, ha annunciato l’installazione all’aeroporto di Francoforte di 87 chioschi biomentri TS6, i touchpoint che consentono ai passeggeri di effettuare rapidamente il check-in e di ottenere le etichette per l’imbarco self-service dei propri bagagli, per un viaggio contactless abilitato con il cellulare. Questi chioschi versatili funzionano congiuntamente con la soluzione Sita Flex e offrono ai passeggeri una user experience unificata tra più compagnie aeree, aumentando la facilità d’uso e riducendo al contempo i punti di contatto fisici. Questa implementazione tecnologica su larga scala, che verrà completata entro la fine di quest’anno, è la più grande di Sita in Europa e permetterà all’aeroporto di Francoforte, che nel 2019 ha toccato la cifra record di 70 milioni di viaggiatori, di migliorare l’esperienza dei passeggeri e aumentare l’efficienza operativa.

Attraverso questi chioschi biometrici intuitivi i viaggiatori hanno il pieno controllo di tutte le opzioni self service, dal check-in all’imbarco dei bagagli. Il nuovo chiosco TS6 di Sita, inoltre, ha vinto il premio IfF Design 2021 per il disegn elegante, sostenibile e adattivo, che può essere personalizzato per adattarsi alla forma del brand dell’aeroporto e alle esigenze specifiche dei clienti. Il design modulare consente anche che i miglioramenti e le modifiche possano essere fatti senza sostituire l’intero chiosco, portando ulteriori vantaggi in termini di efficienza dei costi e sostenibilità.

Pierre-Dominique Prümm, direttore esecutivo aviation & infrastructure di Fraport, ha dichiarato: “Offrire ai passeggeri modi innovativi, più sicuri e più intelligenti per viaggiare, assicurando al contempo di avere operazioni aeroportuali resilienti ed efficienti, è vitale mentre il nostro settore si riprende dall’impatto della pandemia. Sita ci aiuta a raggiungere di questo obiettivo. Non vediamo l’ora di accogliere più passeggeri desiderosi di volare”.

Sergio Colella, presidente Europa Sita, ha dichiarato: “La tecnologia è la chiave per sbloccare viaggi più intelligenti e più sicuri per tutti, perché consente di recuperare i ricavi persi durante gli ultimi 18 mesi e garantisce operazioni flessibili che possono adattarsi alle circostanze impreviste del domani. Un’industria del trasporto aereo più solida e sostenibile andrà a beneficio dei passeggeri, dell’economia e dei posti di lavoro”.

Tags: , ,

Potrebbe interessarti