Guariento: “La differenza la si fa sui servizi, non sul prezzo”

Personalizzazione e attenzione maniacale ai servizi. E’ questa la strada che Paolo Guariento, responsabile del pillar Specialties & Goal Oriented del Gruppo Alpitour, intende percorrere. La linea Voyager di Viaggidea docet, in particolare il livello di personalizzazione di servizi che era stato raggiunto sui tour con accompagnatore, che il mercato ha dimostrato di comprendere ed apprezzare. Come si sa tutti i servizi e le peculiarità di Viaggidea sono confluite nel nuovo portafoglio, quindi nulla si è perso, anzi c’è un tesoretto molto importante che il gruppo sa di dover custodire e continuare a sviluppare.

Servizio, approccio, attitudine

A detta del manager ciò su cui si deve continuare a lavorare sono proprio i due aspetti sopra menzionati e di questo è molto convinto, in quanto “alla fine noi vendiamo servizi e se non ci mettiamo in testa che ciò che dobbiamo vendere ai clienti è sì un viaggio, ma che è corredato di una serie di servizi, di un approccio di un certo tipo, di un supporto nella gestione e che tutto ciò ci renderà vincenti perché non possiamo essere semplici rivenditori di prodotti che acquistiamo da una parte e rivendiamo dall’altra, ma creare continuamente valore aggiunto”.
Così come è stato fatto su Voyager, su tutti i servizi a terra, “è una strada che dobbiamo percorrere per il tailor made, la differenza la dovremo fare lì, non potremo mai farla sul prezzo, ma su servizio, approccio, attitudine che abbiamo nei confronti dei clienti”.

 

 

 

Tags: , ,

Potrebbe interessarti