EDITORIA - EVENTI - SERVIZI DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE
Londra sdogana il modello di “Residents’ Club”

Si chiama “Residents’ Club” il nuovo concetto di ospitalità che The Other House lancerà a South Kensington nella primavera del 2022. Per la prima volta nel Regno Unito, The Other House stravolge i settori tradizionali degli hotel, degli appartamenti serviti e degli affitti privati, combinando il placemaking e la flessibilità della vita in stile appartamento con le strutture alberghiere.

Una seconda casa

Posizionandosi come una seconda casa, gli ospiti possono rimanere per tutto il tempo che desiderano e selezionare i servizi che vogliono con il tocco di un’app. Un termine ancora non usato dal settore quello del ‘Residents’ Club’, “poiché attualmente non esiste una definizione standard del settore – spiega la società -. Questa espressione descrive ciò che The Other House è, ossia un luogo unico per i viaggiatori (brevi, lunghi soggiorni, affari, ecc.), che offre Club Flats, F&B di alto livello, un club privato per i membri e un benessere orientato ai risultati”.

Le camere

Le camere sono chiamate ‘Club Flats’  “e sono un pied-a-terre per quando si risiede in città”. Progettati  dal premiato team di Bergman Interiors, i residenti avranno ogni comfort a portata di mano. Una camera da letto separata e una zona giorno con angolo cottura sono presenti in ogni appartamento con servizi alberghieri su richiesta, armadietti digitali per le consegne e deposito bagagli mentre si è via. Con diversi spazi eleganti per il cibo e le bevande, che si tratti di un cocktail preparato con cura o di un boccone leggero, si presenta come uno spazio raffinato per bere e cenare a South Kensington. “E con l’app Other House, progettata in modo intelligente, i residenti possono fare il check-in/out, ordinare il loro cibo e le loro bevande, monitorare la produzione di energia della proprietà e persino chiamare l’ascensore”.