Italia.it si aggiorna, primo passo verso il Pnrr

Il sito del ministero del Turismo dà alcune informazioni sul portale Italia.it che “si aggiorna”. La mossa viene vista come un “primo passo verso l’attuazione del Pnrr, a cui seguirà la creazione del Tourism Digital Hub per un’offerta turistica migliore, digitalizzata, innovata e competitiva. È un primo minimale intervento che segna l’inizio di un continuo aggiornamento che porterà il sito a diventare, nei prossimi 24 mesi, uno strumento efficace a disposizione di viaggiatori, operatori e istituzioni con nuovi contenuti e servizi, per una puntuale pianificazione sui mercati alla luce della nuova versione del mondo post-Covid”, dice la nota.

Verso il Tourism Digital Hub

Il ministero sottolinea che la release “rappresenta il primo passo di un percorso che, senza soluzione di continuità, realizzerà il Tourism Digital Hub con soluzioni e strumenti dedicati agli utenti finali, ai territori, alle imprese e a tutti gli stakeholder del turismo italiano. Nel breve termine verranno rilasciate le prime versioni di nuove prodotti, quali le infografiche settimanali sull’andamento del mercato, una dashboard per la consultazione dei dati turistici e lo schema di linee guida di interoperabilità del Tourism Digital Hub. In un’ottica b2c, nei prossimi mesi verranno integrati in modo massiccio e secondo una logica incrementale (dal più semplice al più complesso) contenuti e strumenti offerti, con un processo di crescita costante. Il sito dall’anno prossimo sarà in 7 lingue.

L’obiettivo è “rendere Italia.it e i suoi contenuti fruibili al più alto numero possibile di persone, senza discriminazioni, anche da parte di coloro che a causa di disabilità necessitano di tecnologie assistive o configurazioni particolari. Il team di sviluppo, avvalendosi di figure specializzate, ha reso accessibile nativamente sezioni, funzionalità e contenuti presenti attraverso un percorso continuativo di analisi, test e azioni correttive”. Per renderlo sempre più inclusivo è stata “integrata un’apposita interfaccia che offre agli utenti del sito la possibilità di personalizzare le regolazioni di accessibilità andando così incontro alle necessità di persone affette, ad esempio, da cecità, epilessia, disturbi visivi, disturbi cognitivi o disturbi motori. Italia.it è stato sottoposto a test specifici di usabilità su un campione eterogeneo di utenti che hanno valutato positivamente l’esperienza di navigazione, l’utilità e l’usabilità del sito (valutazione complessiva Umux-lite pari a 83 su 100) e un Custom Effort Score (facilità percepita) pari a 4,7 su 5″.

“Agli aspetti di user experience e user interface si affiancano quelli infrastrutturali, con la migrazione in cloud del portale e la conseguente qualificazione dei servizi in termini di affidabilità, sicurezza, scalabilità, reversibilità e protezione dei dati”.

Tags:

Potrebbe interessarti