Usa, a un mese dalla riapertura è la destinazione più richiesta

A un mese dalla riapertura degli Stati Uniti al turismo, i numeri raccontano la grande voglia degli italiani di tornare a viaggiare oltreoceano. Nel mese di novembre gli Usa sono stati la meta preferita per i clienti di CartOrange: +60% per i preventivi su questa destinazione rispetto al mese precedente. “Non appena sono state riaperte le frontiere -conferma Marco Ferrini, responsabile commerciale di CartOrange– le ricerche per i viaggi negli Usa sono cresciute esponenzialmente, abbiamo ripreso a confermare un numero incoraggiante di viaggi con partenze per le feste natalizie o pianificate per la primavera-estate. Gli Stati Uniti sono la prima grande destinazione extra Ue che ha riaperto al turismo e la risposta del mercato ha dimostrato grande fiducia: per questo auspichiamo che si prosegua sulla strada delle riaperture ragionate e dei corridoi turistici, fondamentale per la ripresa del settore.

La destinazione più richiesta per l’inverno e le feste è New York, seguita da Miami e Florida. Dai mesi primaverili tornano i self drive con i classici itinerari nei parchi nazionali dell’Ovest e negli stati del Sud (con partenza da New Orleans, Nashville, Memphis). La durata media per i soggiorni a New York è di 5 giorni, per i viaggi a tappe di 12. Ciò che è cambiato con la pandemia è la tipologia degli itinerari e delle esperienze aggiuntive. “Nei self drive i percorsi ricalcano quelli degli anni passati, ma il numero di tappe è generalmente minore. -prosegue Ferrini- Indicativo ciò che succede per New York, dove le richieste di visite organizzate ed esperienze in luoghi chiusi (come spettacoli a Broadway, messe gospel ad Harlem) si è decisamente ridotta, segno che il cliente reputa più sicuro il non dover condividere servizi o spazi. Interessante notare che per quanto riguarda i voli sempre più clienti si informano sulle classi business e premium, percepite come più sicure”.

Il cambiamento più grande è però che gli Stati Uniti sono diventati una meta off limits per turismo fai da te. Dal 6 dicembre 2021 per entrare negli States occorre aver completato il ciclo vaccinale da almeno 14 giorni e all’imbarco vanno presentati sia il certificato vaccinale, sia un test negativo effettuato entro 24 ore prima della partenza. Sono esentati dal test solo i viaggiatori che hanno contratto il virus entro 90 giorni dalla partenza. I minori di 18 anni devono effettuare un test anticovid entro 24 ore prima della partenza. In più occorrono il visto Esta e il Plf per rientrare in Italia.

Tags: ,

Potrebbe interessarti