“Il turismo in questo momento sta viaggiando su due differenti binari: gli operatori a lungo raggio soffrono da due anni, mentre le Ota sono oramai in piena operatività, con un’estate e un autunno fino ad oggi in linea con i numeri del 2019”. A dirlo è Dario Ricchiari, direttore commerciale di Easy Market, che aggiunge: “E’ inevitabile che le agenzie abbiano bisogno degli operatori lungo raggio che garantiscono pratiche con marginalità importanti” Per quanto riguarda l’operatività aziendale, Easy Market ha lanciato le ricariche del salvadanaio con 1% di cashback, in pratica una over anticipata sulle vendite, anche di biglietteria aerea, compreso il low cost. Parlando del modus operandi introdotto dalla crisi, Ricchiari spiega: “La flessibilità è divenuta la nuova normalità. La filiera dovrà, quindi, abituarsi sempre più a lavorare sotto stress, in last minute, no alla ricerca non del prezzo ma della sicurezza di poter effettuare la vacanza”. Easy Market, che lavora a stretto contatto con tutte le maggiori compagnie aeree, viene coinvolta in anticipo sui progetti di apertura di nuove rotte, “e per questo motivo – sostiene il direttore – riusciamo sempre a garantirci l’accesso al prodotto oggetto di futura domanda. Per quanto riguarda i tools direi che l’ottimizzatore delle tariffe aeree in Revenue Share con le agenzie di viaggio, in concomitanza delle aperture sul medio e lungo raggio, sta generando marginalità piuttosto interessanti”. Per il trend della domanda corporate, il manager sottolinea che “le piccole e medie imprese sono tornate a viaggiare, modificando le abitudini di acquisto, con soggiorni più brevi e prenotati sotto data”.

Laura Dominici

Tags: ,

Potrebbe interessarti