La nuova filosofia della Sardegna

“In pandemia dichiarata la Sardegna ha recuperato tantissimo, registrando molte presenze”. Parola dell’assessore al Turismo, Artigianato e Commercio Gianni Chessa, che a riprova della sua snocciola i dati: “Tra i 15 e i 18 milioni da giugno a ottobre. Ad agosto c’è stato un vero e proprio boom e in alcune aree, quelle più a vocazione turistica, abbiamo superato i numeri del 2019”. Numerose le iniziative che la Regione ha predisposto, in primis “Isola dello sport”, cartellone di eventi sportivi che ultimamente “ha raccolto 2mila iscritti”, sottolinea l’assessore, che enumera gli atout della destinazione: “Non solo mare, ma turismo religioso, enogastronomia, cicloturismo, esperienze e congressuale”. A mancare secondo Chessa è stata “una vera promozione”. Non solo, c’è un altro neo: “Il turismo senza trasporti non funziona – commenta l’assessore -. Nel corso dei recenti Stati Generali Volotea ha confermato la volontà di rafforzare il suo impegno nei confronti dell’isola. L’accordo di continuità al momento è valido sette mesi”. C’è dell’altro: “Al turismo servono certezze – osserva Chessa – e dobbiamo fare sistema. Si deve poi tenere conto delle specificità della nostra Regione. I collegamenti sono fondamentali ed è necessaria una legge speciale. Nei quattro mesi estivi facciamo grandi numeri, ma non possiamo essere isolati per gli altri otto”. Chessa ha una filosofia: “Far conoscere la Sardegna al mondo – spiega -, per poi portare il mondo in Sardegna”. I mezzi per farlo sono svariati: “Il progetto Sardegna isola megalitica, per esempio, e l’unione dei poli museali e delle università fa ben sperare, poi i cammini per un turismo lento e sostenibile, all’insegna della cultura e spiritualità, del senso di comunità e di accoglienza. Saranno 3.200 i km di percorsi che verranno dotati di infrastrutture e toccheranno oltre 250 comuni: si tratta di una grande opportunità per la Regione”. Ma qual era il pubblico pre-pandemia? “Tedeschi, inglesi, svizzeri, belgi e russi – risponde l’assessore -. Quest’anno abbiamo recuperato tanto con gli italiani”.

Nicoletta Somma

Tags: ,

Potrebbe interessarti