La scommessa dei tour operator

In generale si sente parlare di mancanza di disponibilità in quanto il nostro mercato si è mosso più tardi rispetto ad altri, ma non tutti sono d’accordo. Franco Campazzo, direttore prodotto e responsabile del pillar Mainstream del Gruppo Alpitour, sostiene che non ci sono state ripercussioni dal ritorno di altri mercati, “sono tornati, ma non prima di noi. Abbiamo tenuto in piedi i contratti, siamo rimasti con i nostri allotment, come erano previsti per il 2020-21-22”. Qual è la situazione per Natale e Capodanno? I tour operator si sono attrezzati per tempo e in modo importante, ovviamente l’apertura dei corridoi turistici ha dato un ulteriore la. “Appena ne abbiamo avuto notizia – dice Massimo Broccoli, direttore commerciale Veratour – ci siamo attivati per garantire una adeguata capacità aerea che ci consentirà di gestire per le festività una capacità molto simile a quella prevista nel 2019, grazie anche alla partnership con Neos”.

Idee per Viaggiare si è attivata con mesi di anticipo, “poi abbiamo allineato la programmazione dopo l’apertura dei corridoi turistici – spiega il ceo Danilo Curzi -. Gli impegni sono molto importanti sia di volato sia di land e la risposta dal mercato ci sta gratificando”.

Futura Vacanze per le festività ha previsto “partenze speciali per il Futura Club Brayka Resorts a Marsa Alam e Futura Club Vila Baleira a Porto Santo – spiega il direttore commerciale Belinda Coccia -. Per quest’ultima la programmazione riprenderà a primavera, mentre per il Mar Rosso le partenze proseguiranno anche dopo le festività. Sul fronte alberghiero impegni invernali anche sul prodotto Neve”.

Per Nicolaus la scelta è stata, almeno per le festività, “di rientrare in maniera importante sul mercato con il Valtur Sharm El Sheikh Reef Oasis Blue Bay, in pochi mesi ha conquistato il favore di adv e clienti – commentano Isabella Candelori, direttore commerciale e Gaetano Stea, direttore prodotto -. Tra febbraio e marzo è prevista la riapertura, sotto il marchio Valtur, del Marsa Alam ed a seguire del Nicolaus Club Coral sea waterworld più una serie di prodotti generalisti”.

Il trend

Qual è il trend delle prenotazioni? Idee per Viaggiare afferma che “è ottimo per il Capodanno e per l’inverno in generale. La primavera sta andando bene, ma con percentuali meno marcate”.

Alla data attuale anche Veratour parla di un andamento “molto incoraggiante, ci fa presumere che registreremo il sold out su tutta la nostra offerta, su Santo Domingo e Maldive è già stato praticamente raggiunto, si sta valutando ulteriore capacità”. Il t.o. registra “una forte domanda anche sulla offerta Viaggi di linea, in particolare su Emirati Arabi e Usa”.

Nicolaus attesta che le vendite “partite molto bene, registrano in questi giorni un minimo di freno” e Futura ha avuto un “inizio molto buono sul fronte neve ed estero anche se negli ultimi 10 giorni si sta registrando una lieve battuta d’arresto, soprattutto per l’Egitto e per il periodo delle festività vista la situazione di incertezza che sta emergendo”. Costante l’interesse nei confronti di Porto Santo “che, nell’immaginario collettivo, è più praticabile rispetto al lungo raggio”.

Tendenza al sotto data

Quanto alle tempistiche di prenotazione il riscontro è di due tipi. Broccoli attesta che “sono partite nel momento in cui è stata ufficializzata l’apertura dei corridoi e quindi rispetto alle nostre abitudini in leggero ritardo”. Curzi conferma che si nota “un grande interesse per le partenze entro poche settimane”. Nicolaus si aspetta “nel breve periodo, una tendenza a prenotare sotto data”, mentre in generale vede “una buona propensione alla prenotazione anticipata anche su primavera ed estate”. In casa Futura in questo momento le “prenotazioni sotto data sono solo sul fronte benessere”. Il t.o. ha “già in cantiere preventivi e importanti gruppi anche per l’estate”.

Stefania Vicini

Tags: , , , , ,

Potrebbe interessarti