Atm, focus su innovazione, sostenibilità e risorse umane

L’Arabian Travel Market (Atm), ha ospitato un advisory board meeting che ha riunito i leader e gli esperti di viaggi e turismo per discutere le opportunità e le sfide che il settore deve affrontare dopo la pandemia.
L’advisory board di Atm è stato istituito per fornire consigli sui temi dell’industria, le opportunità di crescita e le strategie future da discutere ad Atm 2022, che si svolgerà al Dubai World Trade Centre dall’8 all’11 maggio.

“Mentre lavoriamo all’agenda di Atm 2022 per fornire le maggiori opportunità di business ai nostri espositori e visitatori – ha spiegato Danielle Curtis, Exhibition Director, Arabian Travel Market -, abbiamo voluto connetterci con una vasta gamma di stakeholder del settore per comprendere appieno le loro questioni chiave e come questi problemi possano avere un impatto sull’ospitalità e sul panorama turistico regionale”.

“Durante il dibattito sono emersi tre argomenti principali: innovazione, attrarre e trattenere i talenti e sostenibilità, che sicuramente saranno presenti nel nostro programma di seminari del prossimo anno”, ha aggiunto Curtis.

Integrare i prodotti tecnologici nel viaggio

In termini di innovazione, il consiglio ha discusso di come la pandemia abbia accelerato l’adozione del digitale e della tecnologia in generale e come le aziende siano ora più concentrate sull’innovazione e sull’impiego dei dati di terze parti per adattarsi al new normal.
Semplificare il processo di pagamento e la necessità di investire per facilitare l’esperienza di viaggio, assicurando che i clienti si sentano sicuri attraverso un’esperienza frictionless sono risultati elementi centrali.
Nonostante l’accordo sul fatto che la tecnologia potrà mai sostituire totalmente l’interazione umana, è imperativo offrire una scelta. Limitando la necessità di interagire fisicamente, il rischio di ulteriori contaminazioni potrebbe essere ridotto, evidenziando la necessità di integrare tutti i prodotti tecnologici per i settori di viaggio principali, accogliendo, ove possibile, un’esperienza di viaggio senza soluzione di continuità.

Il track record del Medio Oriente è particolarmente forte in questo settore, avendo approfittato di servizi e tecnologie all’avanguardia per portare i viaggi di lusso a milioni di persone.

“Sostenere l’innovazione specifica del settore e portarla sul mercato, quindi, non è mai stato così importante sia in termini di ripresa immediata sia di sostenibilità a lungo termine“, ha aggiunto Curtis.

Turismo rispettoso

Passando alla sostenibilità, il consiglio ha discusso la tendenza positiva delle pratiche rispettose dell’ambiente e quanto sia essenziale raggiungere i viaggiatori più giovani. Il recente rating di sostenibilità di Google per gli hotel è stato un esempio citato per reagire a tale tendenza, tuttavia, anche se sono stati fatti grandi passi avanti, sono necessari ulteriori investimenti, sia attraverso il sostegno privato che governativo.

Un altro punto saliente è stato il legame tra la sostenibilità e l’acquisizione di talenti: gli studenti della scuola di ospitalità e dell’università sarebbero molto più disposti a intraprendere una carriera in un settore che sia responsabile dal punto di vista ambientale.
È stato ampiamente accettato che c’è una carenza di talenti in tutto il settore. Anche se la pandemia ha colpito la comunità dei viaggi e del turismo più duramente della maggior parte, pochi settori sono sfuggiti al suo impatto negativo, ed è per questo che il travel dovrà affrontare la sfida di competere con diversi mercati per attrarre i più brillanti nuovi dipendenti, laureati e innovatori.

 

Tags: ,

Potrebbe interessarti