Natura, cultura e turismo intelligente i key concept della Spagna

La Spagna è un melting pot di ambienti naturali diversissimi tra loro, storia, arte e culture. Ovunque si vada. Tenerife, per esempio, la più grande delle isole Canarie, offre una varietà molto ampia di paesaggi che vanno dall’imponente vulcano del Teide a città con centri storici incantevoli, enormi estensioni naturali protette e stimolanti campi da golf.

Sulla costa e nell’entroterra dell’isola si distribuiscono paesini circondati da montagne, custodi delle tradizioni locali e oasi di quiete, mentre il Sud è rinomato per la presenza di grandi resort turistici, per i parchi tematici e la frizzante vita notturna.

Non mancano autentici gioielli architettonici come San Cristóbal de la Laguna, città Patrimonio dell’Umanità e antico capoluogo di Tenerife, dall’esemplare tracciato coloniale. Puerto de la Cruz è il centro nevralgico della zona Nord con eccellenze architettoniche come la chiesa di Nuestra Señora de la Peña de Francia, circondata da giardini nel cuore della città, vicino alla piazza del Charco e al lungomare.
Un’escursione affascinante porterà presso la località di Candelaria, dall’atmosfera marinara e popolare. La basilica è la sua costruzione più significativa, ravvivata, a luglio e agosto, da feste patronali con colorate processioni e offerte floreali alla Madonna della Candelaria.

Altri appuntamenti con la tradizione sono la festa del Corpus Domini a La Orotava, in occasione della quale le strade vengono decorate con vistosi arazzi floreali, e i falò della festa di San Giovanni. Sono ricorrenze che si festeggiano in tutta l’isola, ma risultano particolarmente attraenti a Puerto de la Cruz e Punta del Hidalgo.
Santa Cruz de Tenerife si presta a essere visitata a piedi, a partire da Plaza de España con la sua architettura modernista e dall’Auditorium, opera di Santiago Calatrava, in contrasto tra le sue antiche chiese e gli edifici storici.

A chi cerca svago e intrattenimento è dedicato il lago Martiánez, a Puerto de la Cruz, una zona con vedute uniche progettata da César Manrique, figlio illustre dell’isola di Lanzarote. Gli impianti includono un grande lago artificiale circondato da piscine naturali, giardini, terrazze e ristoranti.

Tra vulcani, uccelli e balene

Tenerife è sinonimo di ambiente e natura. Dalle pendici del Teide, enorme vulcano inattivo la cui vetta è la più alta della Spagna, è possibile osservare numerosi coni vulcanici e colate laviche che evocano la superficie di Marte. Il Teide e le cime di Tenerife hanno ottenuto la certificazione Starlight, che le accredita come spazi con un’eccellente qualità del cielo notturno.

Più di 70 specie di uccelli vivono sull’isola e una delle postazioni migliori per osservarli sono i belvedere naturali del parco rurale di Teno. L’isola vanta una rete di sentieri e strade da percorrere a piedi, a cavallo o in bicicletta che ne collegano i diversi ecosistemi.

Lungo il litorale di Tenerife il mare conforma due profili ben diversi. A Nord spiccano le spiagge nere vulcaniche, incorniciate da gole verdi e paesini dall’architettura tradizionale mentre nella parte meridionale, la sabbia vira al bianco. Impressionanti sono le scogliere dei Giganti.
Da non perdere le escursioni in barca nelle località di Los Cristianos, Puerto Colón e Los Gigantes per respirare la brezza marina osservando balene, delfini e globicefali.

2022, l’anno di Valencia

Mediterranea, autentica e ricca di storia, Valencia sta diventando una delle mete più ambite di tutta Europa. Con 300 giorni di sole all’anno e una temperatura media di 19°, è fatta per godersi la vita all’aria aperta in ogni stagione dell’anno.
I suoi oltre 160 chilometri di piste ciclabili permettono di percorrerla da un capo all’altro, passeggiare nel giardino che la attraversa lungo l’antico letto del fiume Turia, raggiungere le sue spiagge urbane, ma anche i due parchi naturali collegati alla città. Le dispense naturali come il giardino che la circonda, il mare e le risaie de La Albufera portano sulle tavole dei ristoranti prodotti a chilometro zero per deliziare i palati più attenti alla sostenibilità.

E tutto questo, insieme a 2000 anni di storia che costellano l’impianto urbanistico di musei e monumenti di tutte le epoche che contrastano con l’avanguardia architettonica. Non a caso, per tutto il 2022, Valencia è Capitale Mondiale del Design, un momento ideale per scoprire il lavoro di designer, architetti, interior designer e professionisti che hanno segnato la città e l’hanno promossa come riferimento internazionale. Dalle ceramiche tradizionali, ma anche sete o oreficerie, ai design futuristici della Città delle Arti e delle Scienze. Il design mira a migliorare la vita delle persone e lo fa a Valencia, connettendosi con il loro stile di vita mediterraneo. Mostre, convegni e incontri professionali si incontreranno nel 2022 in un ambizioso programma.

Nel segno del turismo intelligente

Ma non solo. La città è stata scelta insieme a Bordeaux come capitale del turismo intelligente per i suoi progressi e risultati in materia di sostenibilità, accessibilità, digitalizzazione, patrimonio culturale e creatività. Un motivo in più per vivere una vacanza indimenticabile in modo responsabile, con la soddisfazione che deriva dal sapere di trovarsi in un luogo che ha a cuore il suo ambiente, i suoi cittadini e visitatori, le sue tradizioni e il suo patrimonio.

Ma per essere una destinazione smart non basta promuovere il turismo sostenibile. Oltre a tutelare gli ecosistemi locali, agevolare i mezzi di trasporto ecologici e ridurre le emissioni di gas serra, si tratta anche di garantire la migliore esperienza possibile ai visitatori, avvalendosi di tecnologie innovative e ampie dosi di creatività. E che questa esperienza è accessibile a tutti.

Valencia offre tutto questo e molto altro. Dopo quasi due anni, le Fallas tornano con più forza nelle strade per bruciare tutte le tracce che la pandemia potrebbe aver lasciato. Le monumentali figure di cartapesta del 2022 nella Plaza del Ayuntamiento porteranno il marchio dell’artista Alejandro Santaeulalia e del creatore urbano valenciano Dulk. Sotto il titolo “Protegeix allò que estimes” (Proteggi quello che ami), fonderanno la loro arte in un monumento realizzato con materiali sostenibili.

Recentemente nove hotel hanno aperto le loro porte per ricevere ospiti che desiderano riposarsi vivendo un’esperienza diversa. Per coloro che danno priorità al design durante il loro soggiorno, Hotel Only You, Helen Berger, AC Palacio Santa Clara e Yours hanno spazi unici progettati da rinomati interior designer. Per i viaggiatori che vogliono divertirsi riposando, Casual Socarrat, con camere a tema, L&H Gran Vía e SH Suite Palace offrono esperienze diverse. E per i più sportivi, Sercotel València Alameda dispone di un servizio di noleggio scooter e biciclette per esplorare l’antico alveo del fiume Turia che dista pochi metri dalle sue porte. Inoltre, Puerta Serranos e Axel Hotel si uniranno presto a questa lista con nuove strutture nel Barrio del Carmen.

 

Tags: ,

Potrebbe interessarti