Stop del turismo: “Sarà di breve durata”

Stime al ribasso per le previsioni di crescita economica globale, che passerebbero dal 4,6% di luglio al 4,5% di dicembre 2021. Sono quelle enunciate da GlobalData, derivate dall’emergere della nuova variante Omicron e dalla sua rapida diffusione.

La crescita del Pil

GlobalData prevede che la crescita del Pil reale degli Stati Uniti sarà dell’1,1% nel 1° trimestre 2022 rispetto all’1,3% del 4° trimestre 2021. Con le sfide alle catene di approvvigionamento e gli alti tassi di infezione, si prevede che la crescita del Pil reale del Regno Unito rallenti allo 0,7%. D’altra parte, con il supporto aggiuntivo del governo, la crescita del Giappone dovrebbe salire dall’1,3% all’1,6%. Gargi Rao, economic research analyst di GlobalData, commenta: “La rapida diffusione di Omicron in più di 100 paesi insieme all’aumento dei tassi di inflazione globale, la crisi energetica derivante dalla carenza di carbone, le tensioni politiche e il rallentamento della produzione manifatturiera in mezzo alla carenza di chip rimangono i principali rischi al ribasso per la crescita globale nel 2022″.

Le economie avanzate, tra cui gli Stati Uniti, il Regno Unito e altri Paesi europei, stanno perdendo slancio in termini di attività economica, che ha fortemente ripreso nel primo semestre 2021. I mercati emergenti continuano a sottoperformare a causa di una spinta vaccinale disomogenea, meno spazio di manovra per un ulteriore sostegno politico, così come il rallentamento dell’economia cinese.

Rao prosegue spiegando che “nonostante i rischi e il previsto rallentamento della crescita economica, India e Cina dovrebbero guidare la crescita globale nel 2022. D’altra parte, la Federal Reserve dovrebbe inasprire le misure di politica monetaria per domare gli alti livelli di inflazione potrebbe provocare deflussi di capitale dalle nazioni emergenti”.

Per il travel interruzione di breve durata

Durante il mese di dicembre 2021, circa 12.000 voli sono stati cancellati a livello globale a causa dell’aumento dei casi di varianti Omicron e dei problemi di personale. Si prevede che le economie dipendenti dal turismo dovranno affrontare importanti venti contrari alle prospettive di crescita all’inizio del 2022 con la reintroduzione delle restrizioni. Tuttavia, l’interruzione sarà di breve durata e i programmi di viaggio saranno rinviati. Il database di viaggi e turismo di GlobalData prevede che il numero di passeggeri aerei a livello globale per il lungo e il corto raggio crescerà rispettivamente del 44% e del 48% nel 2022. Con l’avvicinarsi del 2022, si prevede che i colli di bottiglia della catena di approvvigionamento si attenueranno con la ripresa della produzione. Le prospettive generali del business rimangono positive, ma l’allarme Omicron e la stretta politica monetaria potrebbero offuscare gli investimenti. Inoltre, un ritiro prematuro del sostegno politico potrebbe minare la ripresa globale e aumentare le vulnerabilità del settore privato e pubblico all’inizio del 2022. Per GlobalData la necessità del momento è di avere una chiara supervisione da parte delle autorità fiscali e monetarie sulle loro strategie politiche, che sarà fondamentale per mantenere la fiducia del mercato e il sostegno pubblico.

Tags:

Potrebbe interessarti