Mobility management e gestione del rischio, le sfide sulla scrivania dei travel manager

Anche nell’anno appena iniziato le aziende, e i loro travel manager, hanno di fronte una grande sfida. La libertà di spostarsi per lavoro continuerà a dovere coesistere con maggiori obblighi di sicurezza e mitigazione del rischio.

Tra scheduling aerei ridotti, cancellazioni, carenza di posti, possibilità di contatto con passeggeri positivi e il potenziale rischio derivante dal soggiorno in zone non coperte da vaccinazione, il viaggiare per affari continuerà a implicare un elevato livello di complicazione.

Il “quotidiano” di un travel manager dovrà quindi includere comunicazioni e informazioni real time facilmente accessibili, procedure dinamiche di risk management e un nuovo approccio a policy ed eccezioni. Praticamente, è e sarà imperativo per le aziende pianificare nel dettaglio ogni trasferta, avere una visione istantanea di ogni fase dell’esperienza e comunicare tempestivamente informazioni sul viaggio.

“Ma anche – spiega il professor Andrea Guizzardi, direttore del Center for Advanced Studies in Tourism – Cast – dell’Università di Bologna e co-direttore dell’Osservatorio Business Travel – sapere quantificare i costi potenzialmente implicati dagli eventi rischiosi e prevedere la loro probabilità di accadimento dato che costo e probabilità di sostenerlo sono la base della gestione efficiente del rischio”.

Il “petrolio” delle aziende: i dati

Da un lato, quindi, la competenza e la conoscenza dei processi aziendali per determinare i costidiretti come il recupero e/o l’assistenza in loco dei viaggiatori, ma anche indiretti, legati allo stop lavorativo di un tecnico o di un commerciale -, dall’altro la capacità di usare la statistica e il benchmarking per calcolare probabilità a partire dal “petrolio” delle aziende: i dati.

Che una volta “raffinati” sono in grado di aiutare i travel manager anche nei compiti tradizionali ovvero la pianificazione e il controllo dei costi delle trasferte. Sempre a patto però di saperli leggere e comunicare correttamente ai decisori aziendali.

Il corso di formazione permanente dell’Università di Bologna “Data Analysis and Reporting for Business Travel Intelligence, giunto alla decima edizione, pone l’accento proprio sulla centralità dell’analisi dei dati e sulle possibilità di comunicare in modo semplice e diretto il loro contenuto informativo.

È articolato in tre sessioni a cadenza mensile da marzo a giugno in presenza a Bologna (ma con possibilità di partecipare da remoto), e prende il via affrontando, il 31 marzo e l’1 aprile, la tecnica statistica nell’ottica del cambiamento.
Nel secondo appuntamento (26 e 27 maggio 2022) si metteranno a fuoco gli aspetti di mobility management e di gestione del rischio, diventati centrali con la Legge 77/2020 e con la pandemia. Come gestire la mobilità a 360 gradi?. Da dove iniziare e come avvicinarsi a questo nuovo ruolo in azienda?
Altri temi dell’incontro saranno la gestione del rischio nella fornitura dei servizi travel – ovvero l’advance booking e l’instabilità delle tariffe -, i nuovi modelli di acquisto e le opportunità per affrontare il cambiamento post Covid, l’analisi dei costi ancillary e di replacement, come raccogliere, organizzare e analizzare i costi “sommersi” della trasferta e la gestione della sicurezza dei viaggiatori attraverso nuovi strumenti tecnologici e di protezione attiva dei viaggiatori.

Il corso si avvale della partnership di AirPlus, Bcd Travel e Zucchetti, della collaborazione di Gbta e della media partnership di Guida Viaggi.

“Molto importante – aggiunge Silvia Verzini, consulente travel manager e responsabile comunicazione del corso, che dà diritto anche a 7 crediti universitari – è ricordare che il costo del corso può essere completamente coperto con contributi di formazione finanziata accedendo ai fondi interprofessionali aziendali, un’opportunità di risparmio per l’azienda e un vantaggio formativo per il collaboratore”.

L’iscrizione al corso va completata entro il 16 febbraio sul sito dell’Università di Bologna.

 

Paola Olivari

 

Tags: , , , , , ,

Potrebbe interessarti