Ota Viaggi, la voglia di reagire più forte della pandemia

Ottimismo, voglia di reagire, incontri con le agenzie in tutta Italia per trasmettere le proprie strategie a fronte di una stagione che è alle porte. Massimo Diana, direttore commerciale di Ota Viaggi è convinto che far bene il proprio lavoro possa contrastare i danni di una situazione incerta. “I bollettini quotidiani sul Covid servono solo a incutere terrore – ha evidenziato -. Una cosa che abbiamo capito è che con la pandemia dovremo convivere, con le dovute precauzioni. Noi facciamo solo Mare Italia e diciamo che in parte siamo fortunati, ma non può essere la panacea del mercato, perché il settore è minimo rispetto al panorama turistico. E poi non è oro tutto quello che riluce. Nel 2021 il mare Italia ha avuto problematiche enormi, anche non preventivate, come la proroga del bonus vacanze, o come il cambiamento della validità del green pass in corso d’opera o i disagi nei trasporti come alcune cancellazioni di navi con le conseguenti riprogrammazioni. E poi l’aumento del costo del personale, perché non si trovava. Alla fine quando si sono tirate le somme, non ci sono stati quei gran guadagni che qualcuno ha voluto far credere. Se da una parte fortunati, abbiamo comunque dovuto affrontare un numero di problematiche non indifferenti”.

Il pricing e la campagna “Io prenoto”

La campagna Io Prenoto, proposta nei due anni passati è ripartita. “Sul pricing affronteremo la situazione sulla falsa riga del 2021 con l’aggravante degli aumenti dell’energia e del personale che va a riflettersi sul pacchetto finale. I rincari ci saranno – dice il manager -, ma stiamo facendo di tutto affinché siano contenuti. Agli agenti diciamo di trasmettere al cliente la tranquillità di prenotare con la garanzia della cancellazione fino a 30 giorni prima, senza alcun addebito di penale. Inoltre, fino al 30 marzo regaliamo quota di iscrizione e assicurazione contro il Covid, che è sempre più, un fattore determinante nella prenotazione di una vacanza”.

Gli accordi

“Abbiamo stipulato accordi commerciali sia con Volotea sia con Ita per i voli e con tutte le compagnie navali, dando al cliente la possibilità di scelta del porto di partenza (Genova, Livorno, Civitavecchia, Napoli). Il cliente, a seconda delle proprie esigenze, può scegliere il solo soggiorno o il solo trasferimento – sottolinea Diana -. Ota Viaggi vuole essere in questo momento un punto i riferimento per il mercato, trasmettendo agli agenti di viaggi la voglia di fare e soprattutto la tranquillità. In catalogo tutte le nostre 82 strutture, a partire dalla Sardegna”.

 Annarosa Toso

Tags: ,

Potrebbe interessarti