Scalo Milano Outlet & More, indicatori economici in crescita per la smart city multifunzionale

Scalo Milano Outlet & More ha chiuso il 2021 con numeri a doppia cifra e con indicatori tornati in crescita anche rispetto al periodo pre-crisi.
Sono queste le basi su cui Scalo Milano Outlet & More costruisce l’inizio di un nuovo percorso di crescita al servizio della città e il 2022 trova la sua prima e concreta manifestazione nella grande campagna di comunicazione “Let’s yellow!”, partita a gennaio nei luoghi simbolo di Milano.

Per venire ai numeri, nonostante più giorni di chiusura forzata, la ripresa graduale delle attività, le limitazioni alla ristorazione, le difficoltà logistiche per l’assortimento e le questioni legate alla piena disponibilità del personale, Scalo Milano Outlet & More ha concluso il 2021 con 2,7 milioni di visitatori e una crescita del fatturato del +7% rispetto al 2019, periodo nel quale il canale outlet segna una perdita media del -24,7% (fonte: Osservatorio consumi di mercato Confimprese-EY).

Considerando i primi 5 giorni di saldi degli ultimi tre anni, Scalo Milano Outlet & More ha registrato un fatturato aggregato del +36% rispetto ai livelli pre-pandemia (2019).
La sicurezza di uno shopping all’aria aperta ha fatto crescere anche il flusso di visitatori – in aumento del +10% sul 2019 – mentre l’offerta commerciale rinnovata e il brand mix differenziato, hanno spinto all’insù lo scontrino medio: chi è andato a Scalo Milano Outlet & More nei primissimi giorni dei saldi di quest’anno, ha speso il 23% in più rispetto a quando non c’era l’emergenza sanitaria.

 

Obiettivo smart city e territorio

Le ragioni di queste performance sono sostanzialmente tre: politica espansiva, trasformazione dell’outlet in una smart city e costante impegno nei confronti della propria città.

La politica espansiva adottata da Scalo Milano Outlet & More, già durante la pandemia, ha attratto nuovi partner commerciali con il risultato di avere, oggi, tutte le unità immobiliari affittate: nel 2021 sono stati aperti 21 nuovi store per totale di 147. La trasformazione dell’outlet in una smart city multifunzionale ha saputo poi rispondere alle esigenze dei clienti che in un solo luogo hanno potuto vivere esperienze a 360%.

Infine, il rinnovato impegno nei confronti del territorio e della città metropolitana hanno saputo mettere al centro concetti come rigenerazione urbana, inclusione sociale e sostegno al terzo settore, tutte leve centrali per lo sviluppo sostenibile.

“Gli indicatori economici positivi e in controtendenza rispetto al settore, sono il risultato di una visione chiara e rispecchiano la fiducia che ci hanno accordato i nostri partner commerciali, i nostri clienti e le associazioni presenti sul territorio nel quale operiamo e con cui collaboriamo – afferma Davide Lardera, amministratore delegato di Scalo Milano Outlet & More -. La nostra strategia è quella rendere Scalo Milano Outlet & More sempre più una risorsa per il territorio, coniugando la nostra visione di business con un posizionamento sempre più attento e coerente all’identità, ai valori culturali e sociali della nostra città. Non a caso, la nostra nuova campagna 2022 segna un cambio di passo nel nostro rapporto con il territorio. Questo è l’inizio di un percorso che porterà Scalo Milano Outlet & More sempre più verso l’internazionalizzazione”.

Tags:

Potrebbe interessarti