Acampora vede rosa: “In crescita le prenotazioni Uk”

Restrizioni e alert sono nemici  dei viaggi. Lo abbiamo ricordato più volte e prova ne è il fatto che non appena si allentano le maglie di questi rigorosi divieti, il settore riprende vita.

Ne dà testimonianza Gino Acampora, managing director di Acampora Travel, che ad aprile 2021 ha riacquistato da Tui il brand (Acampora Travel, ndr) riportandolo in toto in seno alla famiglia e riprendendo oltre al business anche parte dello staff, mentre il leader tedesco prosegue l’attività con la denominazione Tui Italia.

Il commento

“Devo dire – spiega Acampora – che immediatamente dopo l’ eliminazione dei tanti controlli ed adempimenti legati alle procedure varate da parte del Governo inglese, negli ultimi 10 giorni sono aumentate notevolmente le prenotazioni dal Regno Unito ed è un messaggio estremamente positivo. Spero che altre nazioni facciano lo stesso e che la pandemia venga tenuta sotto controllo se non eliminata, in modo da tornare a vivere la nostra vita normale”.

Per Acampora il prossimo importante step dovrà essere “l’eliminazione dello sconsiglio a viaggiare in Italia da parte degli Stati Uniti, altro mercato fondamentale per il nostro Paese”, sottolinea.

Il nodo Cig

Accanto a segnali positivi permangono, comunque le incertezze, come dichiara Acampora: “Resta il problema relativo al mancato rinnovo della cassa d’ integrazione per il settore turismo che sta causando molti disagi e sta mettendo a rischio tanti posti di lavoro nel nostro settore, sia alberghi, agenzie di viaggi ed anche tour operator”. Poi, secondo il manager, c’è anche “il dramma dei lavoratori stagionali, avendo lavorato solo pochi mesi negli ultimi due anni, si è creato un grosso problema sociale, molti stanno cercando lavori in settori alternativi, tra cui quello edile che, al momento, dà maggiori garanzie”. L.D.

Tags:

Potrebbe interessarti