Slovenia, Italia terzo mercato anche nel 2021

Un totale di 1.832.466 arrivi di turisti stranieri, per 4.794.935 pernottamenti ed una crescita complessiva del 50,68% degli arrivi internazionali rispetto al 2020 e del 42,95% dei pernottamenti. Sono questi i dati 2021 della Slovenia, che resta tra le mete predilette degli italiani – nel 2021 sono stati 161.796, per un market share dell’8,83% e un incremento del +1,71% rispetto al 2020 (353.571 i pernottamenti).

Con questi numeri l’Italia si attesta saldamente al terzo posto, dietro Germania e Austria, tra i mercati prioritari per la Slovenia. A dicembre 2021, il maggior numero di pernottamenti è stato effettuato dai croati (13%), a seguire l’Italia (11%), l’Austria (8%), la Serbia (8%) e la Germania (6%).

Forte di questi risultati, l’Ente Sloveno per il Turismo in Italia si appresta ad affrontare il 2022 appena iniziato con l’obiettivo di recuperare quanto perso rispetto al 2019, ponendo la filiera turistica italiana al centro della propria strategia.

“È ormai da anni comprovata l’importanza per noi rivestita dagli agenti di viaggio e dagli operatori italiani, nostri partner commerciali preferenziali, con cui abbiamo nel tempo stabilito un rapporto di stima, professionale e personale, al quale non intendiamo venire meno”, sottolinea Aljoša Ota, direttore dell’Ente Sloveno per il Turismo in Italia.

L’ente del turismo sloveno organizzerà per il mercato italiano ancher una fitta serie di appuntamenti formativi e informativi. Tra i tanti segnaliamo i due “Feel Slovenia Business Date”, ovvero 2 on-line workshop (22 febbraio, il primo e a marzo il secondo) nel corso dei quali circa 20 operatori sloveni provenienti da diversi settori della filiera turistica locale, incontreranno virtualmente 40 operatori e agenti italiani con la formula dello speed-date.

Tags:

Potrebbe interessarti