Mapo apre le vendite per il mare Italia

Mapo Travel apre le vendite per il mare Italia e punta sulla costa del Belpaese per cancellare una fine 2021 e un inizio 2022 segnati profondamente dal riacutizzarsi dell’emergenza Covid.

“Nelle ultime settimane abbiamo assistito ad un brusco stop per il turismo con la diffusione del virus e il timore dei contagi. Molte mete sono di fatto inaccessibili e il nuovo anno si è aperto con un deciso calo di prenotazioni e richieste. L’ottimismo e la fiducia che ci caratterizzano da sempre sono per così dire ai minimi storici, ma ci sono per fortuna anche delle note liete”. Così Gianvito Lagioia, direttore commerciale di Mapo Travel.

“La nostra prima volta su Sharm el Sheikh di Capodanno ha avuto con buoni riscontri. Le richieste per viaggiare a marzo e aprile ci sono. Così come quelle per l’estate, specie per le regioni del Sud che ci hanno dato grandi soddisfazioni anche nel 2021. Tuttavia – continua Lagioia – l’ombra del Covid lascia tutto e tutti nell’incertezza, in bilico tra i progetti di ripartenza e il dovere di rispettare le norme e tutelare la salute”.

Il tour operator pugliese punta soprattutto sulle località balneari e le strutture di Puglia e Calabria, best seller Mapo degli ultimi anni. Ma, come già fatto per Sharm, lo sguardo si allarga anche oltre confine.

“In questi mesi non siamo chiaramente stati fermi e abbiamo lavorato a nuovi accordi e nuove mete da inserire a catalogo. Una bella novità è Cipro, che va ad affiancare la nostra offerta di prodotto sulla Turchia, destinazione molto amata dai clienti Mapo. L’auspicio è che si possa presto ripartire, ne hanno bisogno le imprese e ce lo chiedono a gran voce i viaggiatori”, conclude il direttore commerciale di Mapo

Tags:

Potrebbe interessarti