Oman, ecco il corridoio Covid free
Da domani, 1 di febbraio e fino al 30 giugno 2022 il sultanato dell’Oman, già aperto al turismo internazionale dal 1 settembre 2021, è incluso nella lista dei Paesi che potranno beneficiare dei corridoi turistici Covid-free, misura appena varata dal nuovo decreto e valida per persone che si spostano per motivi turistici. Tutti i viaggiatori che rispetteranno le indicazioni saranno esentati dalla quarantena al rientro.

“Siamo estremamente soddisfatti di questo risultato corale: i vari stakeholder hanno lavorato da più parti per garantire l’annessione dell’Oman tra i Paesi verso i quali è possibile viaggiare in totale sicurezza – commenta Massimo Tocchetti, presidente Aigo, marketing based representative  per il ministry of Heritage and Tourism del Sultanato per l’Italia -. Il dialogo portato avanti fra i ministeri della Salute e degli Affari Esteri, il corpo diplomatico, le associazioni di categoria come Astoi e Fto ha garantito un esito favorevole. Siamo fiduciosi che non tarderanno ad arrivare risultati incoraggianti dal mercato e riusciremo a breve a tornare a flussi turistici paragonabili ai livelli pre-pandemia”.

Gli sforzi del settore per riportare il business ai numeri fatti registrare fino al 2019 partono sotto buoni auspici: di recente pubblicazione, infatti, la guida edita da Lonely Planet Best in travel 2022 che annovera l’Oman nella top 10 dei Paesi da non perdere per quest’anno. Tra i ‘must see’ del Paese la guida internazionale cita il suq di Muttrah, nella città vecchia di Mascate, la spiaggia di Ras Al Jinz dove nidificano le tartarughe, il Forte di Bahla, annoverato fra i siti Unesco che ospita il Paese, la zona del Dhofar, da dove partiva la Via dell’Incenso, il Wadi Shab,  corso d’acqua ricco di piscine naturali e cascate.

Tags: , ,

Potrebbe interessarti