Pv Agency, il futuro del Mice passa dall’innovazione

Con quasi 50 anni di attività alle spalle, Pv Agency presenta le principali novità con le quali guarda al 2022. La società ha presentato il nuovo brand, la nuova struttura organizzativa – che vede alla guida la seconda generazione con Valentina Aquilino e Luca Aquilino e la nuova gamma di prodotti disponibili per i clienti.

Pv Agency, che aveva chiuso il 2019 con oltre 20 milioni di euro di fatturato, ha reagito al blocco delle iniziative in presenza con una rapida conversione al digitale che è nel frattempo diventato uno strumento di uso frequente e tale rimarrà anche nell’auspicata post pandemia.

“Anche grazie a questo rapido adattamento e a una forte capacità di innovazione che ha consentito di implementare nuovi servizi, Pv è riuscita nel terzo e soprattutto nel quarto trimestre del 2021 a riportare il fatturato su livelli non lontani a quelli della pre-pandemia, segnale importante che ci ha confermato il desiderio dei nostri clienti di tornare a investire”, ha affermato l’ad Valentina Aquilino.

Da difficoltà a opportunità

In questi primi due anni di crisi, Pv Agency non solo ha tenuto la posizione dimostrando la propria resilienza, ma ha reagito trasformando le difficoltà in opportunità. Diversi, infatti, gli interventi che hanno riguardato sia l’area people che quella organizzativa con l’obiettivo di avere una struttura snella e flessibile ed in grado di attivare diversi servizi in risposta a una domanda sempre più articolata. In questo contesto sono stati avviati investimenti in ambito digital, sfruttando l’accelerazione tecnologica agevolata dalla pandemia, sia nell’ottica dei servizi offerti che della gestione aziendale. Questa strategia e i risultati conseguiti hanno profondamento modificato la mission pur nel rispetto dei valori fondanti della società, motivo per il quale la ripartenza è accompagnata da un significativo intervento di rebranding più in linea con la nuova realtà e con la variegata gamma di consulenza offerta ai clienti.

PvAgency accompagna e indirizza i propri clienti – attivi nei più diversi settori, dal pharma e salute all’assicurativo e finanziario fino al fashion e alla cosmetica – verso l’innovazione, affiancandoli con la sua professionalità, creatività e con progetti e campagne ad hoc.

“Con le restrizioni dovute alla pandemia, abbiamo imparato che ogni piccolo o grande evento può essere trasformato da real a digital mediante la tecnologia, in grado di connettere tra loro relatori e partecipanti da remoto, con una platea virtuale. L’azienda è in grado di sfruttare al meglio gli ambienti virtuali per rendere ogni manifestazione unica e di impatto, definendo linguaggi e messaggi adatti ad una comunicazione non in presenza” ha ricordato Luca Aquilino.

Tags:

Potrebbe interessarti