Rispoli, Amadeus: “Il viaggio touchless a prova di futuro”

I viaggi sono scenari complessi e dipendono da molti fattori, cui se ne sono aggiunti altri dovuti alla pandemia, come l’adeguamento alle restrizioni, ai protocolli e i regolamenti governativi e i nuovi standard di igiene e sicurezza.

“Tutto ciò – spiega Gabriele Rispoli, direttore commerciale di Amadeus Italia – ha dato una fortissima accelerazione per l’adozione nell’industria dei viaggi di quelle tecnologie touchless, non necessariamente nuove innovazioni, come la biometria, l’intelligenza artificiale e la gestione dell’identità digitale per cambiare la natura dei viaggi. Anche l’introduzione di metodi di pagamenti come il credito istantaneo e la possibilità di pagare a rate possono aiutare a infondere fiducia nei viaggiatori. Fornendo l’opzione di dilazionare il costo di un viaggio su un certo numero di mesi, si riducono i pagamenti anticipati per i viaggiatori”.

“In un sondaggio che abbiamo completato quest’anno – prosegue Rispoli –  questo è risultato immensamente popolare tra i viaggiatori più giovani ma non solo. Tuttavia, tra i concetti che stanno ridefinendo l’industria, il viaggio touchless è forse il più cruciale. Per molti consumatori durante il lockdown, le tecnologie touchless sono diventate il modo principale di accedere a beni e a servizi. Se per la vendita al dettaglio il touchless ha avuto un’adozione più veloce, quando si tratta di un viaggio i maggiori punti di contatto sorgono durante il viaggio stesso, in particolare in aeroporto. È qui che il touchless può rassicurare i viaggiatori. Infatti può essere applicato prima che il viaggiatore raggiunga il terminal. Con la tecnologia cloud, sia i bagagli che i viaggiatori possono ora essere registrati da casa, dall’hotel o dal posto di lavoro. Il check-in fuori dall’aeroporto è fondamentale per mantenere un flusso regolare e in sicurezza per i passeggeri in transito.

Non solo in ambito trasporti, ma anche a destinazione può essere applicato il concetto touchless .

“È probabile che vedremo case vacanze, hotel e attrazioni come musei e parchi a tema adottare questo tipo di soluzioni low-touch”, aggiunge il direttore commerciale di Amadeus Italia. “Le chiavi digitali delle camere, le email di pre-arrivo e il riconoscimento facciale al concierge sono tutti elementi esplorati dall’industria dell’hospitality. Dovremmo alla fine considerare come queste soluzioni potrebbero non solo aiutare a mitigare i rischi attuali, ma rendere l’industria dei viaggi a prova di futuro per qualsiasi altra sfida simile all’orizzonte.

Tags:

Potrebbe interessarti