Boscolo: programmazione ampliata, controllata e “fluida”

Un lavoro di selezione, di continuo aggiornamento ed upgrade del prodotto in loco e dei servizi, è ciò che ha portato avanti Boscolo in questi due anni. Quel lavoro di controllo delle strutture di cui ha parlato di recente Elisa Boscolo, della direzione. Servizi che vogliono dire “assistenza h24 dall’Italia, partenze sotto casa, che sono state lanciate nel 2021, il che permette di raccogliere i passeggeri da tutta Italia”, spiega la manager. In particolare la rete di navette Boscolo collegata ai punti di partenza principali rende possibile il servizio di “Partenze sotto casa” che permette di partire dal proprio domicilio per raggiungere il più vicino punto di inizio del tour con un servizio di trasferimento condiviso, ma c’è anche “la conferma massimo 30 passeggeri su tutti i nostri tour”, fa presente Boscolo, che osserva: “Un minor numero di passeggeri crea dinamiche di gruppo più esclusive e in generale maggiore qualità per i passeggeri”.

Il controllo qualità

Il controllo della qualità è demandato all’ufficio prodotto, che “ha rivisto le strutture con cui collaboriamo da decenni – illustra Domenico Cocozza, direttore della programmazione Boscolo -. Il team di contrattisti in house ha girato per un anno, dove possibile, per fare le verifiche”. Tutto questo è dettato anche dal fatto che in questi anni il mercato “è cambiato così come le necessità e la programmazione diventa fluida”. Cosa vuol dire? Il manager lo spiega molto chiaramente, “oltre al core business, agli itinerari classici di sempre, ai best seller abbiamo sempre inserito itinerari di approfondimento. Abbiamo acquisito spazi per realizzarli in Italia ed in Europa con temi, durata e livelli qualitativi differenti. Dove andrà la domanda non si sa in anticipo – afferma Cocozza -, dove saranno le limitazioni non si sa in anticipo, pertanto abbiamo imparato ad essere pronti a rispondere alle richieste. Nel 2021 siamo riusciti a farlo ed abbiamo imparato a lanciare itineraria nuovi e meno tradizionali”. Il che è “diventata una strategia fondamentale”.

L’operatore non ha dubbi che sulle mete europee certe ci sarà “la possibilità di tornare a viaggiare e riprenderci il nostro posto sul fronte dei viaggi di gruppo, senza rinnegare il nostro passato. E la scelta di massimo 30 persone va in questa direzione. A inizio pandemia faceva parte del tema sicurezza”, poi l’operatore ha compreso che è “anche un tema di qualità”.

La community degli accompagnatori

Resta alta e confermata l’attenzione agli standard di sicurezza. Oltre al rispetto delle normative, viene fatto un lavoro di formazione sugli accompagnatori, “perché vengano rispettati gli standard di qualità e vigilino sui nostri fornitori – spiega Cocozza -. Muoversi in questo ambito è delicato, basti pensare che abbiamo itinerari che attraversano cinque Paesi, non è facile, ma ci siamo riusciti e tra i servizi che forniamo c’è, per esempio, il fatto che prenotiamo i tamponi necessari durante il viaggio”. A riconoscere il lavoro fatto dagli accompagnatori è anche Elisa Boscolo, che si sofferma, per esempio sulla gestione dei cambiamenti in corso di viaggio, a tal proposito “la Polizza Zero Rischi con massimali più alti e tutela per i disguidi legati al Covid è rinnovata per tutto il 2022”. Cocozza pone l’accento su un altro aspetto che è l’assegnazione del posto a bordo prima della partenza, “sono già massimo tre per fila a scacchiera, si fa in modo che le persone che non si conoscono stiano poco vicine, è un lavoro tutto fatto a mano”, per questo il manager arriva a parlare di una “community degli accompagnatori”.

La ripartizione dei cataloghi

La programmazione 2022 conta venti nuove brochure con oltre 170 tra i migliori Viaggi Guidati dell’operatore. Tra i cataloghi  numerose monografie: dall’Europa al Medio Oriente, Paesi che hanno trainato la ripresa 2021, come Italia, Spagna, Portogallo, mete classiche come Francia, Irlanda e Gran Bretagna, destinazioni di cui si auspica vicina la ripresa, Egitto e Marocco e mete cult come gli Stati Uniti. Altre destinazioni sono incluse in cataloghi tematici per area: Scandinavia, Germania e Svizzera, Benelux, Balcani, Russia e Baltici, ma anche Malta, Grecia e Cipro.

L’Italia

Nel 2021 gran parte della programmazione del t.o. è stata incentrata sull’Italia. La scelta ora è stata ampliarla “con itinerari nuovi, insoliti e riconfermando quelli che erano nati per essere proposti solo nel momento di emergenza, tipo le Isole Eolie o il Grand tour della Sicilia, o l’itinerario in Abruzzo, oppure il Barocco siciliano in aereo verso la Sicilia orientale – esemplifica il manager -, o cinque giorni nelle zone Pontine e isola di Ponza. E’ stata fatta una nuova versione dell’itinerario della Tuscia, essendo stato unito alla Maremma”.

L’Europa

La programmazione sull’Europa contempla la Penisola Iberica, con Spagna e Portogallo che restano sempre con volumi importanti per il t.o. La scelta è stata quella di dedicare due monografici l’uno. C’è stato un “aumento della disponibilità sul 2019 e della qualità dell’offerta, siamo pronti ad accogliere una domanda forte”, afferma il manager. Per il Portogallo, Boscolo ha ripreso gli itinerari classici, che sono stati “migliorati ed è stata incrementata l’offerta, sono stati aggiunti itinerari di approfondimento, mentre sulla Spagna abbiamo fatto un lavoro di innovazione dell’offerta, con la proposta di Tenerife, Lanzarote e Gran Canaria reinterpretati a modo nostro, con spunti culturali, tour guidati con accompagnatori, un gran tour delle Canarie e due versioni ridotte”. A tutto ciò si unisce una proposta slow Andalusia, soggiorni in resort nella costa del Sol, più un trekking particolare. C’è anche un tour dedicato alla Galizia, “una zona che sorprende e che è da tenere a mente per i prossimi anni”, dice il manager e l’intenzione di Boscolo è di “spingerla molto”. Cocozza anticipa che ci sono altre novità pronte, tra cui una dedicata alla Andalusia insolita e alle zone dimenticate.

Per la Grecia è stato fatto “una grande lavoro come processo di trasformazione, partito già nel 2020, si parla di Grecia classica più estensioni nel Nord o con crociera nell’Egeo, abbiamo preso in mano tutto e migliorato, riverificato per quanto riguarda le strutture alberghiere e ampliato l’offerta”, racconta il manager.

Una destinazione focus è la Francia, che vede la ripresa degli itinerari classici, più due progetti di approfondimento, la Normandia particolare dedicata all’Impressionismo francese, assieme ad una storica dell’arte e un itinerario dedicato a Van Gogh che parte dall’Olanda e arriva in Francia. Cocozza ricorda che il 2022 è l’anno di Floriade, “la più grande esposizione di giardinaggio in Olanda”.

Per quanto riguarda l’Est Europa, “il prodotto è stato razionalizzato con novità tecniche, ampliato in termini di offerta e nuove combinazioni e tre itinerari della linea Slow. Tra le proposte ci sono anche le vacanze termali in Slovenia”.

Per Malta e Cipro sono stati ripresi gli itinerari culturali, “per l’estate proponiamo la rivisitazione di un itinerario in chiave slow, due alberghi nuovi e la possibilità di includere escursioni”.

L’operatore fa sapere che le vendite sono aperte.

Stefania Vicini

Tags: , ,

Potrebbe interessarti