Expedia: “Più interesse per l’Italia dai viaggiatori d’Oltreoceano”

Expedia Group ha recentemente pubblicato il report Traveler Value Index: 2022 Outlook sulle prospettive per il settore dei viaggi nell’anno in corso. Questo documento si basa sui dati esclusivi dei brand di Expedia e su un nuovo studio condotto in collaborazione con Wakefield Research, che ha intervistato 5.500 adulti in otto differenti Paesi.

I risultati indicano che, dopo due anni di pandemia, le persone danno più importanza che mai ai viaggi e al tempo libero. I viaggiatori hanno anche iniziato ad adattarsi alla situazione legata al Covid-19, come si vede dall’importanza attribuita alla flessibilità e dall’interesse per la sostenibilità, che si traduce in propositi come dare più mance ai lavoratori e scegliere destinazioni meno affollate per limitare gli effetti del turismo di massa.

“I dati e i risultati del Traveler Value Index: 2022 Outlook recentemente pubblicato sono una fonte essenziale per gli albergatori – commenta Giovanni Moretto, Director Market Management Italia, Expedia Group – perché permettono di capire e anticipare come si stanno evolvendo le aspettative delle persone verso i viaggi. Flessibilità, sostenibilità, sicurezza e benessere saranno le parole chiave per il 2022. Se osserviamo i trend specifici italiani delle intenzioni di viaggio raccolti per l’occasione, notiamo da un lato un aumento della domanda interna per le vacanze di primavera, e dall’altro un aumento dell’interesse verso il nostro Paese da parte dei viaggiatori d’Oltreoceano; nel complesso un ottimo segnale verso la ripresa. Expedia Group continuerà ad aiutare i gestori di alloggi a comprendere in modo rapido le nuove esigenze dei viaggiatori e a fornire la migliore soluzione ai nostri viaggiatori e partner in tutto il mondo”.

Il report sottolinea inoltre la resilienza del settore e rivela come i fornitori di servizi di viaggio possano adattarsi per ottenere un vantaggio competitivo in questo clima in rapida evoluzione.

“La pandemia ha portato le persone a riflettere sull’importanza di trascorrere del tempo in famiglia e di preservare il proprio benessere personale. La maggior parte delle persone, ben l’81%, prevede di prenotare almeno una vacanza con la famiglia e gli amici nei prossimi sei mesi e quasi tutti preferiscono partire spesso come indica il 78% dei viaggiatori chje si dichiara interessato a viaggi brevi e frequenti”, conclude Moretto.

PO

Tags:

Potrebbe interessarti