Eventi: nasce la certificazione Iec

La ripartenza dell’industria degli eventi porta il segno di Iec, International Event Certification, la nuova certificazione espressamente concepita per i professionisti dei meeting e del segmento wedding, unica certificata dal Gruppo Aja Europe e valida in tutto il mondo, nonché unica a rivolgersi in modo specifico alle industrie sia wedding sia meeting. Possono certificarsi anche i fornitori e persino le grandi sedi.

Iec nasce con lo scopo di rendere riconoscibili i professionisti per la qualità del loro lavoro e la loro professionalità a livello internazionale, così creando una community di networking, apprendistato e crescita professionale.

All’avvio sono 24 i Paesi rappresentati da 17 professionisti internazionali in veste di country partner examiner, cui si assommano altri 100 partner internazionali di spicco per programmi di apprendistato post esame.

L’Italia ha l’onore di presentarsi ai blocchi di partenza già rappresentata, grazie a Monica Balli Events.

La certificazione si consegue dietro esame. Si tratta di una prova scritta e orale prevista al momento solo in presenza, a cura di esaminatori professionisti internazionali e convalidata sia da Aja Europe sia dai country partner examiner. Unica regola a monte: nessun conflitto d’interesse e provata esperienza nel campo d’esame.

I country partner hanno tutti grande autorità nel loro Paese, nel senso che fissano standard de facto cui l’intera industria si adegua, e Gruppo Aja Europe li convalida a monte. L’esame avviene con prove uniformi, nazione per nazione, e secondo sistemi di valutazione omogenei.

Per essere ammessi occorre crearsi un portfolio seguendo una check list a punti rilasciata al momento dell’iscrizione. Si può richiedere una sola certificazione o più d’una, e in questo caso si aggiunge punteggio come da check list. L’ammissione è sancita inappellabilmente dal country partner, che controlla e verifica la check list.

Ogni esame comporta un giorno intero tra scritto e orale e consiste nel creare un evento dalla A alla Z con soluzioni e pianificazioni come se fosse un vero evento e il cliente di fronte all’esaminando.

Il voto è espresso in centesimi. L’esame si intende superato con una votazione minima di 65/100. Tre i livelli, a seconda del voto:

• 65-84/100: professional

• 85-99/100: élite

• 100/100: master

Ognuno di questi livelli dà accesso a privilegi diversi, elencati sul sito.

Tags:

Potrebbe interessarti