Ad Atitech il ramo manutenzione di Alitalia

Con la firma di un memorandum of understanding passerà ad Atitech il ramo maintenance di Alitalia in amministrazione straordinaria. “Il memorandum rappresenta un passaggio importante per impostare un lavoro di definizione e sviluppo di obiettivi comuni. Un progetto congiunto che fissa una base comune di riferimento per il mercato e per la trattativa”, commentano Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti e Ugl trasporto aereo.

L’accordo

“Nell’accordo sono stati inseriti alcuni punti qualificanti che valutiamo in modo positivo – proseguono le organizzazioni sindacali – primo fra tutti la tutela dell’occupazione nei siti produttivi di Fiumicino e Napoli, ma anche la previsione di progetti di investimento e crescita con l’ampliamento delle lavorazioni anche su aree di business che fino ad ora sono state poco valorizzate come ad esempio la manutenzione dei motori, dei carrelli e di altri componenti che fino a questo momento è stata effettuata all’estero. L’intesa inoltre pone le basi per ricostruire in Italia un polo industriale altamente strategico come quello delle manutenzioni aeronautiche, settore abbandonato e delocalizzato negli anni passati per gravi errori della politica. Riportare questo tipo di attività in Italia consentirebbe di garantire l’occupazione e di prevedere assunzioni fino a 3000 nuovi posti di lavoro”.

Intesa sul contratto

“Tutti questi comuni obiettivi – concludono Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti e Ugl trasporto aereo – dovranno ora tradursi in atti concreti e per questo serve che Atitech e Ita Airways raggiungano quanto prima un’intesa sul contratto di servizio e sull’assetto societario e che le Istituzioni si facciano garanti del buon esito di questo processo al fine di tutelare le lavoratrici e i lavoratori”.

 

Tags: , ,

Potrebbe interessarti