Air France e Ndc: il roll-out procede come previsto

Il passaggio a Ndc e il supplemento di 26 euro per i Gds stanno causando qualche brontolio tra le agenzie. Ma per Henri Hourcade, direttore Francia di Air France-Klm, il roll-out procede come previsto. La surcharge in primavera sarà applicata a tutti. A dirlo il manager del vettore in un’intervista pubblicata da L’Echo touristique.

L’Echo touristique: Air France applicherà un supplemento Gds di 26 euro ai viaggi d’affari dal 1° maggio, dopo averlo introdotto per i viaggi di piacere?
“Da un anno circa, abbiamo introdotto gradualmente questo supplemento Gds di 26 euro per volo – 13 euro a tratta – per le transazioni che non passano attraverso Ndc. L’abbiamo fatto per il mercato leisure. In effetti, abbiamo intenzione di introdurre questo sovrattassa partire dalla prossima primavera anche per i viaggi d’affari. Non posso dare una data precisa, perché abbiamo accordi bilaterali con le agenzie di viaggio, che sono riservati. Oggi, nel settore del tempo libero, Ndc funziona senza problemi. Quasi il 25% delle prenotazioni delle agenzie in Francia passano attraverso Ndc e si tratta soprattutto di prenotazioni per il leisure. Non è più un fenomeno marginale. Le adv stanno gradualmente trasferendo la loro attività su Ndc. A livello di punti vendita online leisure, l’80% dei volumi passa attraverso Ndc”.

L’Echo touristique: Quindi in primavera, questa sarà anche la fine dei canali privati?
“Sì. I canali privati erano – e sono ancora per il mercato business – un modo per sostenere la transizione e il passaggio a Ndc. Non abbiamo motivo di cambiare il nostro programma. Tutti gli attori sono molto mobilitati sull’argomento: agenzie, Tmc, Sbt, ecc”.

L’Echo touristique: Laurent Abitbol di Marietton Développement ha dichiarato: “Chiedo ufficialmente ad Air France di posticipare il supplemento Ndc nei viaggi d’affari di almeno 8 mesi”. Quindi per voi, questa non è un’opzione…
“Sì, è così. Stiamo guardando gli sviluppi attuali. Tutti gli elementi hanno il semaforo verde. Questo ci permette di dire che, quando il supplemento sarà implementato (nei viaggi d’affari, ndr), l’ambiente sarà maturo”.

L’Echo touristique: Tuttavia, le agenzie ritengono che il passaggio a Ndc creerà prezzi discriminatori, poiché i biglietti venduti dalle agenzie saranno potenzialmente 26 euro più cari che sul sito di Air France…
“È il contrario di quello che vogliamo fare: Ndc è un modo per rendere tutte le nostre innovazioni in termini di prodotti e tariffe accessibili ai nostri partner delle agenzie. Finora, la maggior parte degli elementi innovativi, compreso il pricing dinamico, era disponibile solo sui siti web delle compagnie aeree. Non ci sarà nessun supplemento di 26 euro se si è su Ndc. Il supplemento si attiverà solo quando l’agenzia rimarrà nell’ambiente Gds tradizionale”.

L’Echo touristique: Però si paga da 1 a 2 euro sulle prenotazioni Ndc…
“A seconda della scelta dell’agenzia di accedere a Ndc, attraverso gli aggregatori Gds come Amadeus X per esempio, si ha effettivamente un piccolo supplemento. Sono meno di due euro a segmento. Se l’agenzia è in Direct Connect con noi, non c’è nessun sovrapprezzo stabilito dalla compagnia”.

L’Echo touristique:”Ndc non funziona”, sostiene Laurent Abitbol. “È una tecnologia incompiuta”, aggiunge Jean-Pierre Mas (Entreprises du Voyage). Che cosa può obiettare loro?
“Rispondo che non possiamo dire che non funziona quando l’80% dei volumi delle agenzie online passa attraverso Ndc. Per quanto riguarda il mercato d’affari, siamo fiduciosi che saremo operativi in primavera. Da qui ad allora, abbiamo intenzione di sviluppare la funzionalità e l’ammissibilità delle tariffe. La tariffazione dinamica sarà in vigore nei viaggi d’affari. Ci saranno anche le “bundle”. E’ una rivoluzione che restituirà i contenuti alle agenzie”.

L’Echo touristique: Il problema del supplemento di 26 euro è che rappresenta un deterrente per il cliente. Quindi volete che il 100% delle prenotazioni passi attraverso Ndc per evitarlo?
“Il più possibile, naturalmente. L’obiettivo è di raggiungere il 100% delle prenotazioni Ndc, ma non da quest’anno. Il Gds rimarrà in vigore in casi molto complessi, come l’interlining”.

L’Echo touristique: Marietton chiede la restituzione della commissione alle agenzie. Qual è la vostra reazione?
“Questo non è affatto il nostro obiettivo. Air France non tornerà alla commissione. Vent’anni fa, il mercato mondiale è uscito da questo sistema opaco, che i clienti hanno rifiutato. Bisogna ricordare: gli acquirenti aziendali non hanno più accettato la mancanza di trasparenza. Volevano chiaramente sapere quanto stavano pagando la compagnia aerea e l’agenzia. Il sistema delle commissioni è morto negli anni 2000. Air France/KLM non ha intenzione di tornare indietro”.

Tags:

Potrebbe interessarti