L’invito di Zilio alle associazioni: “Convocare un tavolo a sostegno della nostra categoria”

“Per poter riprendere una normalità le agenzie hanno ancora bisogno di sostegni da parte del governo”, ne è convinto Ivano Zilio consigliere nazionale di Fto e presidente del Gruppo Primarete.

I tre punti 

Il network osserva che “si sono aperte le destinazioni, ma si devono ancora abolire delle limitazioni e questo per una gran parte dei viaggiatori italiani fa sì che le limitazioni siano uno scoglio al viaggiare all’estero. Non dobbiamo dimenticare che l’escalation della guerra tra Russia e Ucraina sta limitando la voglia degli italiani a prenotare. Viste le incertezze all’orizzonte e soprattutto i rincari importanti su luce, gas, benzina e generi di prima necessità; tutto questo in un momento in cui ancora non siamo totalmente usciti dalla pandemia. L’altro punto da non sottovalutare – si fa presente – è che il 31 marzo termina la cassa integrazione. Quante sono le aziende che potranno reintegrare tutto il personale – domanda il network -, c’è il rischio di perdere un gran numero di addetti specializzati nel turismo”.

Serve un tavolo a sostegno della categoria 

“Se analizziamo questi tre punti – sostiene Zilio che si è sempre prodigato nell’associazionismo a difesa delle agenzie -, come possiamo pensare di sostenere le nostre imprese. Da due anni la pandemia ci ha costretti ad un’austerity drammatica, paragonando il Covid-19 ad una guerra, ma adesso siamo veramente proiettati ad una guerra, ripiombando in quell’incubo dove tutto rallenta e le vendite dei viaggi si fermano ancora. Le agenzie di viaggi cosa dovranno ancora sopportare… ecco perché ho sempre sostenuto che gli agenti di viaggi sono degli eroi appassionati e innamorati del proprio lavoro, sempre pronti a ricominciare e tirare fuori quell’orgoglio di appartenenza ad una categoria di veri professionisti del settore del turismo organizzato. Io credo che le agenzie di viaggi siano meritevoli ancora di un’attenzione da parte del governo e per fare questo invito tutti i presidenti delle associazioni, cominciando da Fto, a farsi portavoce per convocare un tavolo dove ne esce un documento di richiesta al governo di sostegno alla nostra categoria”.

 

Tags: ,

Potrebbe interessarti