La domanda c’è, tornano  i preventivi belli

La domanda c’è, così come c’è voglia di ripartire dopo due anni di fermo. “Il tema della ripartenza è attuale, se ne parla quasi sottovoce, per paura di cantare vittoria troppo presto, dopo due anni di false partenze – dice Francesca Neri, direttore tecnico – legale rappresentante di No Stop Viaggi, adv di Monfalcone -. Speriamo di essere di fronte ad una ripresa, la gente ha voglia di ripartire e finalmente iniziamo a fare preventivi e per preventivi intendo quelli belli, lungo raggio, itinerari ad hoc. Non nego ci siano già delle conferme”. Manca ancora “un discorso di prenotazione anticipata – avverte Manuela Borsotti, titolare della adv Camuna Viaggi di San Giorgio su Legnano -, hanno tutti lo spettro dei voucher, che non hanno ancora recuperato”. Si è difronte “alla voglia di normalità. Ci sono tante, tante, tante richieste”, asserisce Paola Muratore, banconista dell’agenzia Bluvacanze di Paderno Dugnano. Chi vuole veramente rimettersi in viaggio? Sono “quelli che hanno lavorato per questi due anni senza sosta che rivogliono la tranquillità”, dice Borsotti, ma anche “chi ha i soldi, non si preoccupa della parte burocratica ed è vaccinato”, aggiunge Muratore. Neri indica “i giovani, gli sposi, che magari hanno visto slittare più volte il loro sogno. Però anche le persone di una certa età non si tirano indietro. Questo target chiede viaggi di gruppo”.

Le mete più richieste

Alla data in cui si scrive, la meta “più gettonata è l’Italia, nonostante una politica di prezzi assurda”, fa presente Borsotti. Muratore parla delle mete pre-Covid e Neri cita gli Stati Uniti, “dopo due anni di stop è la destinazione indiscussa, con tutte le varie estensioni, Caraibi, Polinesia. Con l’estate il Mediterraneo è sempre gettonato. Poi c’è Dubai, sulla scia dell’Expo, è ancora molto richiesta”.

Strategia della ripartenza

Sicurezza, chiarezza, garanzia gli ingredienti per la ripartenza, che deve poter fare leva sull’apertura di tutte le destinazioni. La recente ordinanza del ministero della Salute va in questa direzione, visto che dal 1° marzo cessano le ordinanze con gli elenchi e quelle relative ai corridoi turistici. Si torna quindi a viaggiare. Serve, però, “mettere nero su bianco che, con le nuove prenotazioni, se venissero cancellate dal t.o. non emetteremo mai più voucher, questo servirebbe a spronare le prenotazioni anticipate”, dice Borsotti. Servono “chiarezza su dove si può andare, puntare sulla sicurezza della meta con assicurazioni, regole e togliere i tamponi, facendo viaggiare chi è vaccinato”, aggiunge Muratore. La leva del prezzo è superata, “i clienti cercano garanzie più che di prezzo, di qualità – osserva Neri -. Tra le primissime domande c’è l’assicurazione e cosa succede in caso di mancata partenza. Su questi temi bisogna essere chiari”.

Errori da non commettere

Tra gli errori da non fare quello di “andare sul cliente finale a gamba tesa per poi fare offerte last minute”, dice Borsotti. Secondo Neri la chiave è la “credibilità lato economico, come prodotto, prezzo, servizi. Dare servizi scadenti, a prezzi elevati, è un film che nella scorsa estate è andato in onda più volte ed è stato spiacevole. Villaggi non all’altezza, gestione approssimativa, sono stati frequenti, soprattutto in Italia. Tutto ciò non deve accadere”. Lato voli si augura di “non vedere più le cancellazioni o i cambi operativi della scorsa stagione”. Resta il nodo dei prezzi. I t.o. prevedono incentivi, sconti, “però i prezzi sono alti e si fa fatica, soprattutto se il cliente entra già titubante”, dice Muratore. Lo scorso anno deve fare da monito visto che è stata fatta “una politica di prezzi folle sulle destinazioni ripartite”, dice Borsotti. Le adv però hanno un ruolo attivo, cercano di utilizzare fornitori con i quali hanno “rapporti di fiducia – dice Neri -. La selezione avviene in primis da noi agenti. Diversi t.o. hanno leve commerciali importanti, soprattutto nella garanzia di spostamenti, annullamenti. Cerchiamo di sfruttarle al massimo”.

Stefania Vicini

Tags: , , ,

Potrebbe interessarti