Torna la voglia di città per il weekend di Pasqua

Una ricerca commissionata da Trainline a Swg rileva che il 74% degli italiani sogna di poter fare qualcosa di nuovo per la prima volta come effetto post pandemico. “Il 55% degli italiani vuole tornare a viaggiare, poi uscire a cena e andare ai concerti”, afferma l’analisi. Propensione che si riflette sulla piattaforma di vendita Trainline, che registra un +153% di biglietti acquistati fino a 30 giorni in anticipo. Roma, Napoli e Firenze risultano le città più prenotate per il weekend di Pasqua.

La top 5 dei desideri

Nella top 5 dei desideri non ancora realizzati viene indicata la voglia di raggiungere una destinazione sempre sognata (21%), intraprendere viaggi “slow” con più consapevolezza e godendosi al meglio la destinazione (20%), mollare tutto e viaggiare al di fuori dell’Italia (17%), imparare una nuova lingua (16%), coltivare un proprio orto (13%). Secondo la ricerca, in cima ai desideri per la ripartenza ci sono i viaggi (per il 55% degli intervistati), il poter finalmente improvvisare in serenità un’uscita a cena con tanti amici (28%) e andare a un concerto (22%, dato che sale al 34% per i rispondenti appartenenti alla Gen Z). Due italiani su tre considerano il viaggiare tra le proprie passioni principali e dichiarano di non aver perso il desiderio diviaggiare dopo la pandemia. Al contrario, il 33% ambisce a recuperare il tempo perso nell’ultimo periodo, il 31% non vede l’ora di tornare a viaggiare come prima della pandemia.

La vacanza ideale

La vacanza ideale porta gli italiani a scoprire nuovi luoghi e per gran parte deve essere anche economica: il 66% predilige il mare, il 56% le città d’arte, il 41% la montagna e il 34% le grandi metropoli. Dati in linea alle risposte fornite su cosa cercano gli italiani: per il 42% è il relax, per il 30% arte e cultura. La Gen Z in particolare cerca divertimento e amici, combinando la voglia di visitare città e viaggiare oltre confine. Il significato del viaggio per gli italiani assume diverse sfaccettature: il 38% dichiara che il viaggio li faccia sentire liberi, il 30% ama farsi sorprendere e “perdersi” nelle bellezze del luogo in cui si trova. I giovani, più di altri, associano il viaggio a un viaggio interiore: il 29% considera l’esperienza come un viaggio interiore ed estetico a partire dalle immagini che scorrono davanti al finestrino, alle persone che si incrociano, alle bellezze che si ammirano.

I comportamenti di viaggio

Rispetto all’immaginario delle vacanze pre-pandemia molto è cambiato. Alla domanda su come dovrebbero essere le vacanze quest’anno, gli italiani hanno evidenziato una maggiore voglia di natura (+31), di tranquillità (+29) e di mangiare bene (+22). In calo invece il percorrere lunghe distanze (-2) e l’alloggio in villaggi turistici (-23).

Il 29% dichiara di utilizzare regolarmente mezzi di trasporto collettivi per i propri viaggi di piacere e vacanze. Tra queste tipologie di mezzi di trasporto, il treno è quello utilizzato in maniera più diffusa, il 67% sceglie le rotaie spesso o a volte per i propri viaggi di piacere, mentre l’aereo si ferma al 55%.

Al 73% degli italiani piace viaggiare in treno (l’80% se guardiamo alla sola Gen Z). In particolare, viene apprezzata la possibilità di fare altre cose durante il viaggio (52%), il senso di relax che dona guardare fuori dal finestrino (40%), il vantaggio di poter partire e arrivare direttamente dal centro città (37%), la sicurezza del mezzo (30%) e il fatto che sia economico (24%). Il treno è il mezzo collettivo preferito in particolare per i weekend fuori porta (28%, l’aereo viene scelto solo dal 10% degli intervistati) e le vacanze fino a 3 giorni di pernottamento (29%). Anche la stagione in cui si viaggia influisce sulla scelta, il treno viene utilizzato soprattutto in primavera (27% contro il 19% di chi sceglie l’aereo) e in autunno (29% contro il 20% dell’aereo). Nello scegliere un mezzo di trasporto gli italiani cercano soprattutto sicurezza, convenienza e comodità. Il 73% dei rispondenti considera il treno come sicuro e l’aspetto più associato a questo mezzo è l’impatto ambientale.

Tags: ,

Potrebbe interessarti