La Liguria punta ad un’offerta più destagionalizzata

La Liguria punta ad ampliare le opportunità di promozione “in un anno che vuole essere di ripartenza per il turismo dopo due annate di inevitabili difficoltà”, afferma l’assessore a Turismo, Fiere turistiche e Grandi eventi della Regione Liguria, Gianni Berrino, a seguito della partecipazione della regione alla recente edizione di Bmt.

I flussi dal Centro-Sud

I flussi turistici del Centro e del Sud Italia interessano molto la Liguria e ai suoi operatori, fa presente l’assessore. “In Liguria abbiamo mitigato il crollo di visitatori internazionali dovuto al Covid grazie al forte aumento di presenze di turisti italiani in massima parte provenienti dalle regioni limitrofe – osserva -. Il nostro auspicio, pertanto, è che la presenza in un’importante fiera del Mezzogiorno ci permetta, nei prossimi mesi, di recuperare il mercato turistico dalle regioni del Centro e del Sud”.

Dal canto suo la Liguria punta “ad un’offerta turistica sempre più destagionalizzata basata su gusto e autenticità. Per questo, oltre alle nostre località di mare, puntiamo sempre più sia su un turismo culturale, che oltre a Genova porti alla scoperta dei tanti borghi storici che caratterizzano il nostro entroterra, sia ad un turismo attivo praticabile tutto l’anno visto il clima favorevole. Una terra da scoprire, ricca e varia, la Liguria ha 300 km di costa ma, cosa meno nota, è la regione più verde d’Italia”, afferma Berrino.

Tags:

Potrebbe interessarti