Dmc Montepisano: l’incoming che lavora sulle comunità di accoglienza

Dmc Montepisano, tour operator incoming partecipa a Discover Italy per l’ambito turistico Terre di Pisa. E infatti l’attenzione sarà concentrata oltre che sulla città di Pisa con i suoi monumenti, sulle Terre di Pisa con particolare attenzione ai bike tour.

“Le prime richieste per la stagione 2022 sono arrivate da febbraio: molti agriturismi in campagna e strutture sul litorale sono prenotati per i mesi estivi, ma le incertezze sanitarie a cui si aggiungono quelle politiche finanziarie dovute al conflitto russo-ucraino hanno determinato un nuovo arresto delle prenotazioni”. Certo, è ancora molto difficile fare previsioni dato l’evolversi della situazione.

L’auspicio è ovviamente che “la situazione torni presto alla normalità e di poter contare nuovamente sui mercati Nord America e Canada, mentre i Paesi Ea per il segmento luxury”.

Come è cambiato il mercato

Cosa è più richiesto dai turisti dopo questi due anni difficili? Da una analisi dei comportamenti si evince che “la tendenza del mercato è cambiata: generalmente manca la pianificazione delle vacanze che vengono prenotate last minute; preferite le destinazioni raggiungibili in auto e che offrono sistemazioni indipendenti (appartamenti, ville) meglio con la possibilità di muoversi in autonomia anche per la scelta di itinerari e attività – sottolinea il t.o. incoming -. I dati confermano che la ricerca del benessere fisico e psicologico è di particolare importanza, per recuperare momenti di stress e di cambiamenti forzati delle proprie abitudini”.

L’indicazione è chiara, “è importante offrire vacanze rigeneranti, a contatto con la natura e che favoriscano i contatti umani, in sicurezza e lontano dai luoghi troppo affollati. Le destinazioni meno frequentate, vicine al mare o alla montagna dove riscoprire cultura e tradizioni locali in questo momento hanno grandi potenzialità. E’ quindi fondamentale lavorare sulle comunità di accoglienza – vien fatto presente -, per creare un prodotto turistico di qualità senza perdere l’identità e le caratteristiche uniche di ogni destinazione”.

Si inserisce in questa ottica Terre di Pisa, con un’offerta “diversificata dal punto di vista territoriale, ha creato una grande comunità di operatori turistici che insieme collaborano alla costruzione di un prodotto in grado di rispondere alla richiesta del nuovo mercato turistico internazionale. L’obiettivo è guardare oltre la famosissima Torre di Pisa e fermarsi nelle sue Terre”.

Stefania Vicini

Tags: , ,

Potrebbe interessarti