EDITORIA - EVENTI - SERVIZI DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE
A Roma tra formazione e hospitality del futuro

Il giorno clou sarà l’8 aprile per l’evento che dal 7 al 9 vedrà riuniti a Roma i principali player del settore hospitality. L’appuntamento è con AlpAdria & Eastern Europe Chapter, patrocinato da Cornell Hotel Society. A fare gli onori di casa sarà Palmiro Noschese, hotelier & luxury hospitality developer fractional executive.

Il summit previsto all’Hotel Quirinale prenderà il via con il panel dal titolo: “Vision. Hospitality. Leadership”, che vedrà la presenza di Jonathon Dominic Spada, Rvp Europe. A seguire una overvies sul mercato italiano illustrata da Giorgio Bianchi di PKF hospitality group.

Il palinsesto

La giornata di lavori si addentrerà poi su concetti operativi con la conferenza dal titolo: “Hospitality & Lifestyle: The Future is Full-Touch” moderata da Harry Mills Sciò, board member di Pellicano Hotels & founder di Fortvny Hospitality Consulting. Presenti anche Michael Cortelletti, owner di Relais Balcone di Giulietta; Giorgia Tozzi, general manager di Soho House di Roma; John Voigtmann, owner & gm di La Bandita Countryhouse and Townhouse

Nella mattinata sono previste altre tre presentazioni: “Lessons Learned, Lessons to Follow: Family Business in Italy”; “The Great Resignation: Where are the leaders in these challenging times?”; “Natural Yeast, Natural Growth, Natural Partnership”, cui farà seguito un panel per sviluppare il tema: “All Roads Lead to Rome 2025”, che vedrà riuniti al tavolo della discussione Paul Pisani, chief development officer di Corinthia Hotels; Claudio Ceccherelli, ceo di Shedir Hotel Collection e Maria Pia Intini, director of development and investment di CitizenM Hotels.

Il pomeriggio sarà dedicato ai workshop, mentre per la sera è previsto un dinner industry in una location unica: lo Stadio Domiziano.

Il commento

“Per me sarà un grande onore dare il benvenuto ai partecipanti a questo evento che raduna, a Roma, i professionisti dell’ospitalità e del turismo sotto la bandiera della Cornell University – commenta Palmiro Noschese – un’istituzione del settore che da sempre rappresenta un valore aggiunto per il curriculum di coloro che l’hanno frequentata”.

In qualità di rappresentante del comitato organizzativo ed ex studente della Cornell University, Palmiro sottolinea il valore di una istituzione “che ha fatto della formazione una vera e propria missione volta ad arricchire – non solo professionalmente ma anche e soprattutto umanamente – operatori e manager provenienti da tutto il mondo. Non è soltanto un’università ma una vera e propria filosofia con valori condivisi nel tempo e da condividere con le generazioni future”.

Riflettendo sul tema della formazione, Noschese dichiara: “Il significato vero è quello di promuovere la crescita della persona, in maniera costante e continua. Implica il fatto di coltivare le potenzialità individuali, sapendo trarre il meglio dal collaboratore, è prendersi cura degli altri, aumentando la motivazione e portando ciascuno a dare il meglio di sé”.

La scelta di Roma come sede dell’evento risponde ad una precisa chiamata: “La Capitale – conclude il manager – dovrà essere il fulcro per la ripresa del turismo italiano e per l’eccellenza che esso rappresenta  nel mondo”.

Tags: ,

Potrebbe interessarti

Nessun articolo collegato