Air France: LimoLane nuovo partner per il programma Flying Blue

Air France-Klm a braccetto con LimoLane, piattaforma digitale attiva nei servizi di mobilità sostenibile per le aziende e i privati. La società è, infatti, il provider esclusivo di servizi di noleggio con conducente ed entra a far parte del programma frequent flyer Flying Blue di Air France, Klm e Transavia. Grazie alla partnership i soci di Flying Blue potranno accumulare miglia scegliendo la piattaforma LimoLane. Si tratta del secondo accordo del vettore francese per il loyalty program, dopo quello siglata con Land of Fashion.

Limolane, scale-up digitale nata da una operazione di venture building tra Gellify, piattaforma a sostegno dell’innovazione delle aziende, e Ncc Group, realtà del settore mobility conosciuta per il servizio di noleggio auto con conducente, collaborava già con Air France-Klm dal 2017 per il servizio su Malpensa ai passeggeri di first e business class. Oggi prende ufficialmente il via la partnership: i soci di Flying Blue possono guadagnare miglia utilizzando LimoLane, accumulando 5 miglia per ogni euro speso in piattaforma. Fino al 30 giugno è prevista una promozione che prevede l’accumulo del doppio delle miglia (dieci miglia per ogni euro). Per guadagnarle e accreditarle sarà sufficiente inserire il numero della Flying Blue membership card in fase di prenotazione del servizio LimoLane, tramite sito, app, call center e selezionati agenti di viaggi.

Abbiamo aperto un ufficio a Londra – spiega Emilio Brancia, founder di LimoLane – e prossimamente ne inauguremo un altro a Parigi, siamo presenti in 30 Paesioltre 350 città nel mondo e su tutto il territorio italiano. La nostra flotta è composta da più del 30% di auto elettriche. Il nostro obiettivo è fornire la tecnologia di cui disponiamo alle migliori realtà di noleggio auto con conducente, offrendo al tempo stesso al cliente un’esperienza diversa, che lo coccoli, grazie anche alle amenity che proponiamo, come il free wi-fi e il tablet a bordo, ma digitale, grazie per esempio alla ricevuta scaricabile dall’app. In più abbiamo un call center sempre attivo a disposizione dei passeggeri. Il prezzo non è da vip, ma accessibile a tutti”.

Un punto in comune con Air France-Klm è l’attenzione per la sostenibilità: “Entro il 2025 il nostro obiettivo è essere impatto zero e vogliamo creare le condizioni necessarie affinché gli operatori lavorino con auto ibride – prosegue Brancia -. Stiamo stringendo accordi con società come Tesla e dialogando con il governo per avere incentivi in questo senso”.

“Flying Blue sta diventando sempre più importante per noi – commenta Wouter Gregorowitsch, direttore commerciale Air France Klm East Mediterranean –, anche perché i clienti sono sempre più esigenti. Il nostro focus è renderlo un ‘lifestyle program‘ che consenta di guadagnare miglia non solo nell’ambito travel”.

Per la fine del 2022 -inizio del 2023 lanceremo l’app Flying Blue – aggiunge Simona Brognoli, responsabile del programma Flying Blue –, ma stiamo già lavorando per aggiungere altre partnership. Al momento gli iscritti in Italia sono 500mila, il nostro target è arrivare a 20 mln nel mondo”. Lato comunicazione, Air France promuoverà l’iniziativa sul sito Flying Blue, con l’invio di una newsletter (domani, ndr), sui canali social e con campagne ad hoc, in particolare in aeroporto, mentre LimoLane utilizzerà i social e il sito.

Nicoletta Somma

 

 

Tags: ,

Potrebbe interessarti