L’estate di Air France sfiora quota 200 destinazioni

Durante l’alta stagione estiva, Air France servirà fino a 196 destinazioni nei 5 continenti, con un programma di voli che rappresenta in media il 90% della capacità dispiegata nello stesso periodo del 2019.

Sulla rete a lungo raggio, l’attività di Air France sarà trainata dalla forte domanda di voli verso il Nord America, l’Africa, i Caraibi e l’Oceano Indiano, regioni che si sono dimostrate resilienti durante la crisi.

In questo modo, Air France continua ad aumentare la capacità da e verso gli Stati Uniti, la principale destinazione a lungo raggio della compagnia aerea. Quest’estate opererà quasi 200 voli settimanali verso 14 destinazioni, ovvero il 20% in più rispetto all’estate 2019. Sospeso dall’inizio della crisi, il servizio da Parigi-Orly a New York-JFK ha riaperto il 27 marzo e si aggiunge ai voli per la Grande Mela in partenza da Parigi-Charles de Gaulle.

In totale, quest’estate Air France opererà fino a 7 voli giornalieri tra le due città.

Air France e Delta lanceranno anche un esclusivo servizio “navetta” tra Parigi-Charles de Gaulle e New York-JFK, con 8 voli giornalieri (6 voli Air France e 2 voli Delta). Dall’inizio di giugno, ci saranno partenze regolari ogni una o due ore durante il giorno da Parigi Charles-de-Gaulle e un servizio quasi ogni ora nel tardo pomeriggio in poi per le partenze da New York-JFK. Air France ha anche ripreso i servizi tra Parigi-Charles de Gaulle e Dallas (Texas) con un massimo di 5 voli settimanali. Infine, il 4 maggio, la compagnia aerea lancerà per il secondo anno consecutivo una rotta stagionale tra Parigi-Charles de Gaulle e Denver (Colorado), offrendo 3 voli settimanali.

Air France sta anche rafforzando i suoi servizi per il Canada, con un aumento della capacità del 25% quest’estate rispetto ai livelli pre-crisi. In questo modo diventerà la prima compagnia aerea europea in termini di capacità tra Europa e Canada e avvierà una rotta senza scalo tra Parigi-Charles de Gaulle e Quebec City il 17 maggio 2022.

Focus su Africa e Asia

In Africa, Air France tornerà ai livelli di attività pre-crisi con l’aggiunta di frequenze verso numerose destinazioni. Ci saranno due voli giornalieri da Parigi-Charles de Gaulle per Abidjan (Costa d’Avorio) e i servizi stagionali per Zanzibar (Tanzania) e Banjul (Gambia) saranno prolungati durante la stagione estiva.

Infine, Air France mantiene la quasi totalità della sua rete in Asia con un numero ridotto di voli. Ulteriori frequenze saranno aggiunte al programma dei voli per l’India (Delhi, Bombay, Bangalore e Chennai) per accompagnare la riapertura del Paese ai voli internazionali in vigore dal 27 marzo 2022.

Corto e medio raggio: un’offerta potenziata

Sulla rete a corto e medio raggio, Air France prosegue la sua strategia di ridistribuzione della capacità sulle rotte verso destinazioni leisure. A luglio e agosto offrirà una capacità simile ai livelli pre-crisi, con il lancio quest’estate di 23 rotte stagionali da Parigi-Charles de Gaulle, comprese 3 nuove destinazioni: Zante (Grecia), con 2 voli settimanali dal 9 luglio, Tirana (Albania), con 2 voli settimanali dal 9 luglio e Tenerife (Spagna), come prosecuzione della stagione invernale.

In partenza da Parigi-Orly, per tutta la stagione estiva saranno offerte nuove rotte per Algeri (Algeria – 3 voli giornalieri, subordinatamente alle condizioni di riapertura del Paese) e Tunisi (Tunisia – 1 volo giornaliero dal 29 maggio), oltre ai servizi da Parigi-Charles de Gaulle. A luglio e agosto sarà inoltre lanciata una nuova rotta per Palma di Maiorca (Spagna) con 4 voli settimanali, mentre ci saranno frequenze aggiuntive per Ibiza (Spagna) e Bari (Italia), destinazioni servite già nel 2021.

Infine, 47 servizi stagionali estivi saranno disponibili sulla rete nazionale in partenza dalle regioni francesi. L’offerta comprende 4 nuove rotte verso destinazioni internazionali (Marsiglia – Santorini a partire dall’8 luglio, Marsiglia – Tunisi a partire dal 9 luglio, Nizza – Heraklion a partire dall’8 luglio e Nizza – Londra Heathrow a partire dal 9 luglio) oltre a rotte in Francia, in particolare in Corsica, quest’anno ha servito da Bordeaux, Caen, Clermont-Ferrand, Lille, Lione, Nantes, Parigi-Charles de Gaulle, Parigi Orly, Pau, Rennes e Strasburgo.

Transavia opererà sulla rete nazionale da Parigi-Orly a Brest, Biarritz, Montpellier, Perpignan, Pau e Tolone.

 

Air France Protect per la tranquillità

Air France offre attualmente biglietti completamente modificabili nell’ambito della sua politica commerciale. I clienti possono così modificare la propria prenotazione gratuitamente, oppure richiedere un buono di credito rimborsabile se non desiderano più viaggiare. In entrambi i casi, i clienti devono inoltrare la richiesta prima della partenza del volo. Se la compagnia aerea cancella il volo, i clienti possono scegliere di posticipare il viaggio, richiedere il rimborso completo del biglietto o ricevere un voucher di credito, anch’esso rimborsabile se non utilizzato.

L’impegno sanitario di Air France

La salute e il benessere dei clienti e del personale di Air France sono al centro delle preoccupazioni della compagnia. Air France si impegna a fornire ai propri clienti condizioni igienico-sanitarie ottimali in ogni fase del viaggio, all’arrivo in aeroporto. A bordo dell’aeromobile e per tutta la durata del viaggio è obbligatorio indossare la mascherina chirurgica. L’aria in cabina viene rinnovata ogni 3 minuti. Il sistema di riciclo dell’aria a bordo degli aeromobili Air France è dotato di filtri Hepa – High-Efficiency Particulate Air – identici a quelli utilizzati nelle sale operatorie degli ospedali. Air France ha anche rafforzato le procedure di pulizia degli aeromobili, in particolare con la disinfezione di tutte le superfici a contatto con i clienti, come braccioli, tavolini e schermi prima di ogni volo.

Tags: ,

Potrebbe interessarti